Lavoro

Ultimi contenuti per il percorso 'Lavoro'

“Il comparto manifatturiero e i trasporti devono essere sostenuti con forza, poiché settori strategici anche per gli altri comparti economici: il rischio di un effetto domino è sotto gli occhi di tutti. Servono risposte". La vicepresidente di Confcooperative Lavoro e Servizi Toscana, Genni Piccinetti, interviene sul tema dell’aumento dei costi dell’energia: "Il comparto dei servizi alle imprese vede crescere i costi diretti e allo stesso tempo ridursi drasticamente la capacità di spesa dei propri clienti, con conseguente erosione del fatturato”. 

In Italia, nel 2022, si sono registrati, a oggi, oltre 600 morti, 400 mila infortuni, 77% di irregolarità aziendali. Per fermare le stragi sul lavoro Cgil, Cisl, Uil hanno proclamato una manifestazione a Roma. L’appuntamento è questo sabato 22 ottobre, alle ore 10, in piazza Santi Apostoli. Sul palco si alterneranno le testimonianze di lavoratrici e lavoratori, prenderanno poi la parola i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil Maurizio Landini, Luigi Sbarra, PierPaolo Bombardieri. Sarà presente anche la Cisl Toscana con in testa il segretario regionale Ciro Recce.

La Regione prende in carico la vicenda della Manifattura del Casentino, al centro dell’attenzione generale sia per le sorti dei lavoratori attualmente coinvolti nella procedura di licenziamento collettivo (18), sia per garantire la continuità produttiva del panno del Casentino, vera eccellenza mondiale nell’ambito del comparto tessuto e abbigliamento.

“Rivolgo un commosso pensiero ai minatori che l’8 agosto 1956 perirono a Marcinelle. Quella tragedia costò la vita, tra gli altri, a 136 connazionali”. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 66° anniversario della tragedia di Marcinelle e della 21ª Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo, rivolge queste parole che risuonano in Italia e in Europa.

Con 80.994 contagi sul lavoro denunciati all’Inail, il primo semestre 2022 pesa al momento per il 29,1% sul totale delle infezioni di origine professionale segnalate all’Istituto dall’inizio della pandemia alla data dello scorso 30 giugno. Nei primi tre mesi di quest’anno, in particolare, si sono superati i casi registrati nell’intero 2021. È quanto emerge dal 28° report “I dati sulle denunce da Covid-19 (monitoraggio al 30 giugno 2022)” diffusa oggi dall’Inail.

“Occorre dare ai Comuni maggiori strumenti e maggior peso nell’articolazione dei progetti e nell’ambito del Reddito di cittadinanza. I Comuni devono essere davvero la prima frontiera dello Stato nell’accoglienza, nella formulazione di politiche e nella risoluzione dei casi che si riscontrano sul territorio”. Lo ha affermato il presidente nazionale della Acli, Emiliano Manfredonia, nel corso del suo intervento al panel “Riformare il Reddito di cittadinanza conferendo un ruolo di primo piano ai Comuni”, organizzato nell’ambito della prima giornata di lavori della Summer School Giorgio La Pira, organizzata dalle Acli e dalla Fondazione Achille Grandi.