Lavoro

Ultimi contenuti per il percorso 'Lavoro'

Jobbando cresce nel 2018 e diventa sempre più l’evento capace di chiamare a raccolta tutti i soggetti, istituzioni, aziende, associazioni no profit e agenzie formative, che hanno nel lavoro il loro settore di riferimento. La manifestazione che incrocia domanda e offerta di lavoro nel nostro territorio, torna all’Obihall di Firenze giovedì 25 ottobre e venerdì 26 ottobre (orario 9 – 18). La partecipazione è gratuita, basta iscriversi al portale www.jobbando.org.

Questa manovra «nulla prevede per rilanciare un meccanismo virtuoso di occupazione, preferendo invece puntare su provvedimenti di carattere squisitamente assistenzialistico». Lo afferma il presidente del Movimento cristiano lavoratori, Carlo Costalli, commentando le misure proposte dal governo nella Nota di aggiornamento al Def.

Un laboratorio di cooking nelle cucine del Mercato centrale e uno di teatro all'Educatorio del Fugligno a Firenze. Due scenari diversi per analizzare senza pregiudizi il tema dell'inserimento lavorativo dei migranti. Si intitola «Includere e integrare in azienda» l'evento che il 26 ottobre coinvolgerà imprenditori, responsabili delle risorse umane, operatori dell'inserimento lavorativo e lavoratori migranti. 

Sono 74 i tavoli di crisi aperti in Regione nei primi nove mesi dell'anno. Da gennaio a settembre sono stati coinvolti 10.621 i lavoratori coinvolti nelle vertenze aziendali con 6.316 posti a rischio per via di esuberi o utilizzo di ammortizzatori sociali. I dati si riferiscono solo ai dipendenti diretti. Dunque, è escluso dal calcolo dell'unità di crisi lavoro della Regione il comparto indotto.

Su Bekaert c'è l'accordo. L'intesa sullo stabilimento di Figline Valdarno (Firenze) della multinazionale belga è arrivata durante la notte al ministero dello Sviluppo Economico. Prevede la sospensione della procedura di licenziamento collettivo, la cassa integrazione di un anno a partire dal primo gennaio 2019, gli incentivi all'esodo con tre scaglioni di anzianità per ogni fascia. Per questo motivo, dunque, la produzione dell'azienda continuerà sino al 31 dicembre.