Incidenti sul lavoro

Ultimi contenuti per il percorso 'Incidenti sul lavoro'

«Quanti, sul lavoro, si sono infortunati con conseguenze permanenti e debilitanti, vivono una situazione di particolare sofferenza, soprattutto quando l'handicap che portano impedisce loro di continuare a lavorare e di provvedere a sé e ai loro cari, come un tempo facevano». Lo ha detto il Papa, che ricevendo oggi in udienza i membri dell'associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro (Anmil) ha espresso loro la sua «vicinanza». 

«Desta allarme la sequenza - purtroppo continua - degli incidenti mortali nei luoghi di lavoro». Lo ha affermato questa mattina il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo discorso al Quirinale nel corso della cerimonia per la Festa del lavoro, in cui ha consegnato le medagie al merito del lavoro «alla memoria» di Giovanni Castelletti e di Luigi Albertelli.

Il Consiglio regionale toscano ha tenuto oggi una seduta speciale sul tema della sicurezza sui posti di lavoro. I dati complessivi mostrano una diminuzione di incidenti, ma la sequenza da gennaio di quest'anno (ben 8 morti) è preoccupante. Buoni risultati dai controlli nelle aziende pratesi: alla prima ispezione su 8.200 il 60% non era in regola; alla seconda erano scese al 23%.

La recrudescenza di incidenti sui luoghi di lavoro lascia tutti noi addolorati e mortificati. Ci addolora perché il lavoro è, nel suo valore più profondo, sinonimo di vita; non è solo un fattore economico, non è una merce; nel lavoro l’essere umano realizza una parte di sé, attraverso il lavoro può progettare e costruire il proprio futuro e grazie al lavoro avere di che vivere, per sé e per la propria famiglia, nel rispetto della sicurezza e dell’ambiente.