Sindacati

Ultimi contenuti per il percorso 'Sindacati'

La crisi economica che ormai da anni colpisce anche la Toscana rischia di emarginare ancora di più le fasce deboli del mercato del lavoro. Per questo è oggi più che mai necessario tutelare il diritto al lavoro delle persone con disabilità, valorizzarne le potenzialità ed incrementarne le competenze, sensibilizzando imprese e pubbliche amministrazioni. E’ questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato oggi a Palazzo Strozzi Sacrati da Regione Toscana, Upi Toscana, associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, associazioni delle persone con disabilità.

Aiuti per i lavoratori in difficoltà, un vero inedito, e poi per le famiglie che crescono, per quelle già numerose o con figli disabili. La Regione ha firmato oggi con Cgil, Cisl e Uil un’intesa che fissa queste priorità, tutte condivise, con l’impegno a farne una proposta da portare velocemente in Consiglio regionale.

Una giornata dedicata ai giovani disoccupati che si sentono scoraggiati, disillusi e non cercano più lavoro, perché pensano che non ci sia, e cercare è dunque inutile. Ad organizzarla, il prossimo giovedì, è la Cisl di Firenze-Prato, che vuole offrire un aiuto concreto a chi fatica a trovare un’occupazione e dare un segnale: oggi più che mai trovare lavoro è un «lavoro».

Per guadagnare lo stipendio annuale di un cassiere della sua banca l’amministratore delegato di Intesa San Paolo (cui fa capo Cassa di Risparmio di Firenze) impiega appena 3 giorni di lavoro. La Cisl ha deciso di raccogliere le firme anche in Toscana per una proposta di legge: si punta entro agosto a trovare le 50 mila necessarie per portare in Parlamento la proposta

Il segretario della Cisl, da poco confermato alla guida del sindacato toscano, sottolinea in questa intervista la necessità per la nostra regione di attrarre nuovi investimenti. «Nel futuro vorrei una regione più leggera, con più sussidiarietà. Senza più province, meno burocratica dove ognuno si prenda la propria responsabilità».

«La diocesi di Roma condanna fermamente il gesto blasfemo compiuto durante il concerto del 1° maggio, l'iniziativa promossa dai sindacati confederali Cgil-Cisl-Uil nel piazzale antistante la basilica di San Giovanni in Laterano (cattedrale di Roma). L'elevazione di un profilattico a mo' di ostia con parole che ricordano quelle della consacrazione durante la Santa Messa, da parte di uno dei protagonisti del concerto, rivela una pochezza culturale senza eguali e manifesta la deriva dell'intelligenza cui la crisi morale in atto sta conducendo». È quanto si legge in una nota diffusa oggi dall'Ufficio stampa del Vicariato di Roma.

Avviato il processo di riorganizzazione: già ridotte le strutture territoriali con gli accorpamenti di Firenze-Prato e Siena-Grosseto. Il processo andrà avanti, anche tra le categorie, per un sindacato più snello, funzionale e vicino agli iscritti. La priorità per il nuovo governo è una sola: il lavoro. Il 2 e 3 maggio a Firenze all'Auditorium della Banca Toscana

Pisa ospita la campagna «Asbestus free». Domani – domenica - in 14 piazze italiane, sindacalisti di Cgil, Cisl e Uil, e i volontari della fondazione degli invalidi civili Anmil e delle associazioni dei familiari delle vittime distribuiranno materiale informativo sugli effetti dell’amianto. Tra queste anche piazza XX Settembre (unica piazza in Toscana) dove verrà allestito uno stand di fronte a Palazzo Gambacorti. All’iniziativa partecipa anche l’Inail.