Lourdes

Ultimi contenuti per il percorso 'Lourdes'

«Voi che siete piccoli, poveri, fragili, siete il tesoro della Chiesa». A ribadirlo è il Papa, nel videomessaggio in spagnolo inviato al «Raduno Fratello 2019», organizzato dall'Associazione Fratello presso il Santuario di Lourdes dal 14 al 17 novembre, in occasione della terza Giornata mondiale dei poveri, che si celebra domenica prossima, 17 novembre. 

L'Unitalsi toscana festeggia novant’anni. Lo fa questa domenica in Palazzo Vecchio, con un convegno su invito, e poi con una Messa nella basilica di San Lorenzo alle 16, aperta a tutti: soci, amici, sostenitori e chiunque voglia avvicinarsi a questa storia, quasi centenaria, che è fatta soprattutto di amicizia. Amicizia tra le persone, amicizia con Dio.Con questa festa, sottolinea il presidente regionale Roberto Torelli, «vogliamo ricoradare tutte le grandi persone che in questi anni ci hanno accompagnato e hanno guidato il nostro cammino.

Partiranno da tutta Italia e in due periodi diversi, il primo dal 18 al 23 e il secondo dal 24 al 28 settembre, con treni, aerei e pullman, i circa 5mila soci dell’Unitalsi che parteciperanno al pellegrinaggio nazionale a Lourdes, che ha per tema quello pastorale del 2019 del santuario di Lourdes: «Beati i poveri. Non Vi prometto di rendervi felice in questo mondo, ma nell’altro». 

L'incoraggiamento di Papa Francesco ai vescovi francesi perché perseverino con «determinazione» nella lotta contro la pedofilia e rimangano fedeli alla linea della «tolleranza zero» contro crimini che hanno lasciato nelle vittime «ferite» che «non conosceranno mai la prescrizione». È quanto si legge in un messaggio a firma del segretario di Stato Vaticano, cardinale Pietro Parolin, che è stato letto ieri sera a Lourdes ai vescovi francesi riuniti in Assemblea plenaria.

Come sperimentato per la prima volta nel 2017, anche quest'anno il pellegrinaggio nazionale a Lourdes dell'Unitalsi si terrà in due periodi, dal 19 al 24 settembre e dal 25 al 29 settembre. Nel 115° anniversario associativo, l'Unitalsi con 2 treni, 13 aerei e 14 pullman accompagnerà a Lourdes circa 6mila soci e pellegrini, tra ammalati, disabili e volontari. 

Una delegazione della Misericordia di Prato composta da un centinaio di persone si trova al santuario di Lourdes in pellegrinaggio. Per i confratelli e le consorelle dell’arciconfraternita di tratta di un appuntamento tradizionale, giunto ormai alla sua decima edizione.

«In questi tempi travagliati è essenziale ricordare che la pace è un dono che gli uomini non devono mai smettere di chiedere» a Dio. Lo scrive  Francesco, in un messaggio rivolto a quanti parteciperanno al 59° pellegrinaggio militare internazionale dei cappellani militari cattolici, che si svolgerà dal 19 al 21 maggio a Lourdes, sul tema: «Dona a noi la pace».