Lourdes

Ultimi contenuti per il percorso 'Lourdes'

L'incoraggiamento di Papa Francesco ai vescovi francesi perché perseverino con «determinazione» nella lotta contro la pedofilia e rimangano fedeli alla linea della «tolleranza zero» contro crimini che hanno lasciato nelle vittime «ferite» che «non conosceranno mai la prescrizione». È quanto si legge in un messaggio a firma del segretario di Stato Vaticano, cardinale Pietro Parolin, che è stato letto ieri sera a Lourdes ai vescovi francesi riuniti in Assemblea plenaria.

Come sperimentato per la prima volta nel 2017, anche quest'anno il pellegrinaggio nazionale a Lourdes dell'Unitalsi si terrà in due periodi, dal 19 al 24 settembre e dal 25 al 29 settembre. Nel 115° anniversario associativo, l'Unitalsi con 2 treni, 13 aerei e 14 pullman accompagnerà a Lourdes circa 6mila soci e pellegrini, tra ammalati, disabili e volontari. 

Una delegazione della Misericordia di Prato composta da un centinaio di persone si trova al santuario di Lourdes in pellegrinaggio. Per i confratelli e le consorelle dell’arciconfraternita di tratta di un appuntamento tradizionale, giunto ormai alla sua decima edizione.

«In questi tempi travagliati è essenziale ricordare che la pace è un dono che gli uomini non devono mai smettere di chiedere» a Dio. Lo scrive  Francesco, in un messaggio rivolto a quanti parteciperanno al 59° pellegrinaggio militare internazionale dei cappellani militari cattolici, che si svolgerà dal 19 al 21 maggio a Lourdes, sul tema: «Dona a noi la pace».

Un pellegrinaggio 2.0 quello che ha visto pochi giorni fa l’Unitalsi Toscana di ritorno da Lourdes ma non per questo privo di emozioni, gioia e sentimento. Basta infatti rileggere i vari post scritti sul gruppo Facebook dell’associazione per capire fino in fondo quale è stato lo spirito del pellegrinaggio. Uno spirito che si rinnova di anno in anno e che farà sicuramente da «traino» al prossimo pellegrinaggio, quello in programma dal 24 al 29 luglio caratterizzato come sempre dalla presenza di tanti giovani.