Maltempo

Ultimi contenuti per il percorso 'Maltempo'

«Risposte chiare a chi nel quotidiano lavora e opera nella produzione di olio extravergine di oliva e latte di pecora». È il grido di rabbia lanciato oggi alla protesta «Salva made in Italy» organizzata dalla Coldiretti in piazza Montecitorio. Davanti al Parlamento gli agricoltori colpiti dalle pesanti calamità con il dimezzamento del raccolto nazionale di olio di oliva e i pastori messi in ginocchio dalle speculazioni sulle quotazioni del latte. 

La portata del Serchio sta lentamente diminuendo. La notte di paura è alle spalle. La piena è arrivata a Lucca tra Monte San Quirico e Ponte San Pietro alle 6 del mattino di sabato 2 febbraio. Da almeno 5 anni non si registravanno livelli così alti e pericolosi. Il Serchio è straripato in località Chifenti e presso il Ponte del Diavolo, chiudendo la praticabilità del Brennero.

Una nuova perturbazione proveniente dal Nord Atlantico interesserà domani la Toscana a partire dalla mattinata. Previste nevicate a quote collinari. La Sala operativa unificata permanente ha emesso un codice giallo per neve che interesserà quasi tutta la Regione (ad esclusione delle isole e della costa maremmana) con validità dalle ore 5 di domani mattina fino alla mezzanotte, sempre di domani.

Prosegue senza sosta ed in ogni parte d'Italia il lavoro delle «Unità di strada», squadre di sorelle e fratelli attivi nelle Misericordie d'Italia che, in accordo con i servizi sociali dei vari Comuni, assistono in strada i senzatetto offrendo loro cibo, bevande calde, coperte ed altri generi di conforto. Si tratta di un aiuto costante in queste fredde notti invernali rivolto a chi non ha un tetto dove ripararsi volto anche ad accompagnare queste persone verso gli asili notturni.

«La morte, in una sola giornata, di due senza dimora, a Roma e Milano, invita tutti a non restare indifferenti nel tentativo di evitare che l’ondata di freddo prevista – e il clima rigido che ci attende fino alla fine dell’inverno – provochi nuove vittime. Ognuno può intervenire, aiutando in diversi modi». Così la Comunità di Sant’Egidio lancia «un appello urgente per portare coperte, cappelli di lana, sacchi a pelo ed altri generi di conforto utili ad affrontare il gelo notturno o anche per aggiungersi ai volontari che già effettuano le loro visite itineranti ai senza dimora».

Durante il sopralluogo a Livorno, nei territori colpiti dagli allagamenti del 10 settembre dell'anno scorso, il presidente della Regione, Enrico Rossi, ha annunciato lo stanziamento di altri 20 milioni per concludere quegli interventi di ripristino e di 5 per i primi interventi sul litorale di Piombino.