Mass media

Ultimi contenuti per il percorso 'Mass media'

A cinquant'anni dall'«Inter mirifica» (il decreto del Concilio Vaticano II sugli strumenti di comunicazione sociale), il mensile di educazione audiovisiva «Edav», fondato dal gesuita padre Nazareno Taddei, propone, sul documento conciliare, un corposo studio finora inedito che lo stesso Taddei scrisse a caldo tra il dicembre 1963 (mese della promulgazione del decreto) e il gennaio 1964.

Il mondo dell’informazione ha vissuto negli ultimi anni una sorta di tsunami. I quotidiani italiani, nel loro insieme, hanno perso 3 milioni di copie. Per non parlare dei rotocalchi: dimezzati. Tutti i giornali sono nel frattempo sbarcati su internet, ma nessuno ha ancora trovato il modello ideale, il giusto equilibrio tra carta e web. Anche perché – lo diciamo da tempo – internet non paga.

Un’epoca di passaggio, dal vecchio mondo al nuovo. Un’epoca in cui investire nelle nuove forme di comunicazione - siti web e social network -, ma senza tralasciare la carta stampata. E c’è pure chi, in questo guado, trova il coraggio per creare nuove testate “tradizionali”. Si è chiuso con le testimonianze di chi ha sperimentato “un nuovo modo d’intendere la comunicazione” il seminario della Federazione italiana settimanali cattolici, che a Chioggia - dall’11 al 13 aprile - ha celebrato i 100 anni del settimanale diocesano clodiense “Nuova Scintilla”.

Un «sogno», «fondare, tutti insieme, il Sir e i settimanali diocesani, il primo "network digitale italiano"», per «presentarci come un corpo unico». È la proposta che Domenico Delle Foglie, direttore del Sir, ha avanzato a direttori e giornalisti riuniti a Chioggia per il convegno nazionale della Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici).