Minori

Ultimi contenuti per il percorso 'Minori'

“Sono oltre tremila le fattorie didattiche presenti nelle campagne italiane che possono accogliere durante l’estate i bambini in sicurezza con attività ricreative ed educative a contatto con la natura nei grandi spazi all’aria aperta, nel pieno rispetto delle norme anti Covid”. È quanto afferma la Coldiretti nell’annunciare con la fine della scuola la riapertura dei campi scuola in campagna in occasione della 1° festa dell’educazione alimentare nelle scuole

Oggi, in occasione delle celebrazioni dei 30 anni dalla ratifica da parte dell’Italia della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, si svolge la premiazione di 26 scuole di tutta Italia, vincitrici del concorso Unicef e Ministero dell’Istruzione “#Convenzione30: a te la parola”, lanciato in occasione dell’anno scolastico 2019-2020. 

Il cardinale Augusto Paolo Lojudice, Arcivescovo di Siena - Colle di Val D'Elsa- Montalcino ha preso parte all'udienza concessa dal Santo Padre, Francesco all'associazione "Meter onlus" fondata da Don Fortunato Di Noto. La Delegazione di Meter (associazione italiana impegnata da 30 anni contro ogni forma di abuso, contro la pedofilia e la pedopornografia) ha incontrato questa mattina il Pontefice nella Sala Clementina in Vaticano.

Disturbi del sonno, del linguaggio e dell’alimentazione, deficit di attenzione, atti di autolesionismo e somatizzazioni. La salute non è solo quella fisica, ma anche quella mentale e l’ultimo anno di emergenza sanitaria ha visto il preoccupante aumento dei disturbi legati alla sfera psicologica. Nel nuovo numero di ‘A scuola di salute’, il magazine digitale a cura dell’Istituto per la Salute, gli esperti del Bambino Gesù spiegano nel dettaglio le tappe dello sviluppo psicologico e cognitivo analizzando i campanelli di allarme a cui i genitori dovrebbero prestare attenzione.  

 La scuola “normale” degli altri ragazzi italiani della loro età, il sogno di un lavoro che possa nascere dalle proprie passioni, le nuove amicizie che crescono nonostante le difficoltà della lingua. E’ nelle parole dei ragazzi di origine straniera, tra i 16 e i 18 anni, arrivati in Italia da soli, che si legge il cambiamento che un progetto come FAMI UP Minori può portare.