Minori

Ultimi contenuti per il percorso 'Minori'

La Commissione regionale per gli indirizzi e le strategie vaccinali, che si è riunita in seguito ai casi di meningite verificatisi in Toscana in questi mesi, ha proposto - su richiesta dell'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni - di introdurre una seconda dose di vaccino contro il meningococco C (la prima viene fatta nel secondo anno di vita), da fare tra l'11° e il 18° anno di età, meglio se ai 12 anni in associazione con le altre vaccinazioni dell'adolescenza.

«Sono giorni molto duri per i bambini e le famiglie della Provincia di Idlib, in Siria»: a denunciarlo è Amici dei Bambini, che è presente lì dall'inizio del 2014 con progetti di assistenza umanitaria, insieme all'associazione Syrian Children Relief.

I bambini. Sono stati loro i grandi protagonisti  dell’evento con cui questa mattina il Meyer ha salutato l’arrivo della primavera, inaugurando il Giardino di Cice, un perimetro di gioco all’aria aperta che il Meyer e la sua Fondazione hanno realizzato per tutti i bambini in visita, per quelli ricoverati che possono muoversi, per i fratellini,  per le sorelline e gli amici in visita.

Il Museo di Palazzo Vecchio, nell'ambito delle iniziative museali promosse dalla Regione Toscana, con Campus al museo offre per la prima volta alle famiglie con bambini dai 5 ai 9 anni la possibilità di partecipare a una giornata al museo durante le vacanze pasquali. Si cerca così di rispondere a un bisogno importante dei genitori nei giorni di chiusura delle scuole, offrendo ai loro piccoli un giorno «a tu per tu» con la bellezza.

Al primo posto non può non esserci “Gran Theft Auto V” (GTA V), da tutti considerato il gioco più violento attualmente in commercio. Nei panni di uno dei 3 criminali che si può scegliere di impersonare, si ha la possibilità di drogarsi, andare a prostitute (pagandole o ammazzandole), dire parolacce e improperi vari, ammazzare, torturare, rapinare chiunque e in qualsiasi modo (mani nude, automobili, coltelli, asce, armi, bombe, fuoco, ecc…) arrivando anche a tradire il compagno di gioco. Seconda piazza per “Mortal Kombat” dove, con personaggi fantastici, si partecipa a duelli al termine dei quali si può uccidere definitivamente l’avversario per guadagnare ulteriori bonus. L’estrema violenza delle ‘mosse finali’ – ad un avversario gli si può staccare la testa o fargliela esplodere, gli si strappa il cuore ancora pulsante o lo si sottopone a folgorazione e impalamento - richiamano gesti compiuti da uomini incappucciati ai danni di persone legate, inginocchiate e vestite di una tuta arancione, censurate anche in televisione. Terzo posto per “Manhunt”, nel quale il protagonista per sopravvivere ad una “caccia all’uomo” si libera dei nemici soffocandoli con sacchetti di plastica, picchiandoli a sangue, decapitandoli o sparando.