Mondo

Ultimi contenuti per il percorso 'Mondo'

"Da ormai trent'anni operiamo in Italia e nelle periferie poverissime del mondo con un sogno. Il grande sogno di tutelare la vita e la dignità umana dei bambini in qualunque parte del mondo ce ne sia bisogno". Scrive così Mauro Barsi, presidente della onlus fiorentina Progetto Agata Smeralda, promuovendo l'iniziativa per Haiti "Un container per la vita". Di seguito riportiamo integralmente la sua lettera.

"Esprimiamo dolore e sdegno per il vile attentato che ieri, 26 agosto, all’aeroporto di Kabul, in Afghanistan, ha provocato centinaia di vittime e feriti, causando ulteriore dolore a un popolo già provato dalla sofferenza e dalla paura". Inizia così il comunicato diramato dall'Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Conferenza episcopale italiana. Lo pubblichiamo integralmente.

“A nome del popolo italiano e mio personale desidero porgere a lei, signor presidente, e a tutti i cittadini americani le espressioni del più sentito cordoglio per il gravissimo attentato che ieri è costato la vita a 13 militari in servizio presso l’aeroporto di Kabul”. Lo scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.

Con il doppio attentato ieri all’aeroporto di Kabul, l’Isis Khorasan (Is-K), fazione afghana dello Stato Islamico, ha inteso dimostrare “l’incapacità dei talebani di garantire la sicurezza e la pace del territorio e lanciare un monito a tutti i civili: chi lascia un Paese islamico per rifugiarsi in uno di infedeli verrà punito duramente, insieme con quegli infedeli che adesso se ne stanno andando da sconfitti. Con gli attentati i talebani diventano i primi alleati dell’Occidente nella lotta all’Isis. E questo è molto pericoloso”.

"Quello che è importante fare adesso, non è tanto convincere i no vax, ma dare informazioni corrette soprattutto agli over 50 ancora indecisi". Parla Massimo Ciccozzi, responsabile Statistica medica e epidemiologia molecolare dell’Università Campus Bio Medico di Roma. In Italia invece, secondo l’epidemiologo che con la sua equipe a febbraio dello scorso anno ha isolato la prima variante del virus affacciata in Europa, bisogna battere sulla corretta informazione

Nel mezzo della catastrofe, nella zona più colpita dall’alluvione, Ahrweiler (Renania-Palatinato), nella valle Aurina, è stata montata una tenda dall’équipe pastorale di Bad Neuenahr-Ahrweiler (diocesi di Treviri) a cui appartengono tre comunità parrocchiali, per accogliere le persone che cercano aiuto, sostegno, ascolto.