Egitto

Ultimi contenuti per il percorso 'Egitto'

Duro colpo all'opposizione in Egitto. Nella notte, la polizia ha arrestato Mohammed Badie, il leader dei Fratelli Musulmani. Un appello a unirsi tutti «in un’unica preghiera per la popolazione egiziana, affinché cessi immediatamente la violenza tra egiziano contro egiziano”. Lo ha lanciato fr. Ibrahim Faltas, economo della Custodia di Terra Santa. «Eravamo preparati a possibili rivendicazioni ma non potevamo immaginare tanta crudeltà» dichiara il vescovo copto cattolico di Assiut, monsignor Kyrillos William Samaan

È quanto esprime oggi, in un comunicato pervenuto al Sir, la Chiesa cattolica egiziana in merito alla situazione di grave crisi cui versa il Paese. La nota è firmata da Ibrahim Isaac, patriarca di Alessandria dei copti cattolici e presidente dell’Assemblea dei patriarchi e dei vescovi cattolici d’Egitto

«Seguire il Vangelo divide, lo sappiamo. Divide anche i legami piuù stretti» ha detto oggi il Papa all'Angelus. «Ma attenzione - ha avvertito -  non è Gesù che divide! Lui pone il criterio: vivere per se stessi, o vivere per Dio e per gli altri; farsi servire, o servire; obbedire al proprio io, o obbedire a Dio». Dopo l'Angelus ha invitato a pregare per la pace in Egitto e per le vittime del traghetto nelle Filippine.

L'Egitto è in guerra civile. Sale di ora in ora il bilancio delle vittime degli scontri tra l'esercito e i sostenitori del deposto presidente Mohamed Morsi, nonostante stato di emergenza dichiarato mercoledì e il coprifuoco annunciato poche ore più tardi. La Fratellanza musulmana ha indetto per oggi una marcia nazionale per manifestare il proprio dissenso alla feroce repressione. Sarà il «Giorno della collera».

“La situazione è drammatica. Ci sono stati attacchi a diverse chiese copto-ortodosse, protestanti e cattoliche al Cairo, Assiut e Minya, qui in particolare la situazione è preoccupante. Una vera e propria ritorsione verso i cristiani rei, a detta dei Fratelli Musulmani, di aver appoggiato le grandi manifestazioni che ha portato alla deposizione di Morsi”. A parlare al Sir è padre Daniel Cima, provinciale per il Medio Oriente dell‘Istituto del Verbo Incarnato (Ive) che opera dal 1995 in Egitto a favore di disabili e orfani.

Oggi durante l'Angelus da Castelgandolfo il Papa ha detto: "Giungono purtroppo notizie dolorose dall'Egitto. Desidero assicurare la mia preghiera per tutte le vittime e i loro familiari, per i feriti e per quanti soffrono. Preghiamo insieme per la pace, il dialogo, la riconciliazione in quella cara Terra e nel mondo intero. Maria, Regina della Pace, prega per noi. Tutti diciamo: Maria, Regina della Pace, prega per noi".

L'ambasciata italiana al Cairo «sconsiglia i viaggi in Egitto con destinazioni diverse dai resorts situati nelle località turistiche del Mar Rosso (Sharm el Sheikh, Marsa Alam, Berenice e Hurghada) ed in quelle della costa nord (Marsa Matrouh, El Alamein), dove al momento non si registrano elementi di criticità».