Marocco

Ultimi contenuti per il percorso 'Marocco'

«Un altro passo sulla strada del dialogo e dell'incontro con i fratelli e le sorelle musulmani, per essere - come diceva il motto del Viaggio - ‘Servitore di speranza' nel mondo di oggi». Così il Papa ha definito il suo recente viaggio in Marocco, di cui nella catechesi dell'udienza di oggi, pronunciata davanti a 12.500 persone, ha ripercorso le tappe.

«Coloro che costruiscono i muri finiranno prigionieri dei muri che hanno costruito. Invece quelli che costruiscono ponti, andranno tanto avanti». Lo ha detto il Papa, rispondendo alle domande dei giornalisti sul volo di ritorno dal Marocco. 

«Una ferita grande e grave che continua a lacerare gli inizi di questo XXI secolo. Ferita che grida al cielo». Così il Papa ha definito la grave crisi migratoria che stiamo affrontando, citata già nella seconda parte del suo primo discorso in Marocco, rivolto alle autorità. «Non vogliamo che l’indifferenza e il silenzio siano la nostra parola», ha detto Francesco durante l’incontro con i migranti, nella sede della Caritas diocesana di Rabat (testo integrale)

Ha avuto inizio questa mattina il 28° viaggio apostolico internazionale di Papa Francesco che si reca in Marocco. «Prima di lasciare Casa Santa Marta, Papa Francesco ha incontrato un gruppo di migranti marocchini ospitati in Italia dalla Comunità di Sant’Egidio», riferisce la Sala Stampa della Santa Sede.