R. D. Congo

Ultimi contenuti per il percorso 'R. D. Congo'

«I risultati dell'elezione presidenziale così come sono stati resi noti dalla Commissione elettorale nazionale non coincidono con i dati raccolti dalla nostra missione d'osservazione». È quanto afferma la Conferenza episcopale della Repubblica democratica del Congo (Cenco), incaricata di vigilare con 40.000 osservatori ed esperti sul corretto svolgimento delle elezioni presidenziali e politiche che si sono tenute il 30 dicembre 2018 e lo spoglio delle schede.

«Nella famiglia di Nazareth non è mai venuto meno lo stupore, neanche in un momento drammatico come lo smarrimento di Gesù: è la capacità di stupirsi di fronte alla graduale manifestazione del Figlio di Dio». A farlo notare è stato il Papa, durante l’Angelus di ieri, a cui in piazza San Pietro hanno partecipato circa 50mila persone, secondo la Gendarmeria vaticana.

Il ministero della Salute della Repubblica Democratica del Congo (Rdc) ha dichiarato ufficialmente finita l'epidemia di Ebola nel Paese. Medici senza frontiere (Msf), che fin dai primi casi ha avviato un intervento d'emergenza per contrastare il diffondersi del virus, dà il benvenuto alla notizia e auspica che i passi in avanti fatti durante questa risposta all'epidemia abbiano un impatto positivo nel lungo termine.

(Bruxelles) L'Ue si mobilita di fronte all'allarme ebola nella Repubblica democratica del Congo. La Commissione ha annunciato un pacchetto di «aiuti umanitari urgenti» composto da 1.5 milioni di euro come «supporto logistico» all'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e 130mila euro per la Federazione internazionale della Croce rossa per interventi salvavita della Croce Rossa congolese.

Altri due sacerdoti aggrediti nella Repubblica Democratica del Congo. Ne dà notizia l'Agenzia Fides secondo cui, dalle notizie pervenute, il parroco della chiesa Beato Isidoro Bakanja nel distretto di Seka-Mbote di Boma, nell'estremo ovest del Paese, don Pierre Mavinga, e il suo vicario sono stati attaccati la sera del 10 aprile.

«L’Unicef è estremamente preoccupato per la situazione di circa 90mila bambini nella provincia dell’Ituri, a nord-est della Repubblica Democratica del Congo, che scappano dalle violenze intercomunitarie nel territorio di Djugu, a nord della città di Bunia». Lo comunica con una nota il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia, che, in seguito a queste violenze, ha stimato che «66.000 bambini sfollati interni non hanno accesso ai servizi sanitari e scolastici e che circa 25.000 bambini si sono rifugiati in Uganda».