Amazzonia

Ultimi contenuti per il percorso 'Amazzonia'

Papa Francesco ha esortato i governi, soprattutto i «più potenti e inquinanti» a «sforzarsi di onorare gli impegni assunti a Parigi per evitare le peggiori conseguenze della crisi climatica». Lo ha fatto nel suo discorso di stamattina ai partecipanti alla Conferenza internazionale «Saving our Common Home and the Future of Life on Earth», nel terzo anniversario dell'Enciclica «Laudato si'». 

«Individuare nuovi cammini per far crescere il volto amazzonico della Chiesa e anche per rispondere alle situazioni di ingiustizia della regione». È uno degli obiettivi del documento preparatorio del Sinodo per l'Amazzonia, che si svolgerà nell'ottobre del 2019 sul tema: «Amazzonia, nuovi cammini per la Chiesa e per una ecologia integrale». Lo ha detto il card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, presentando oggi il testo - diviso in tre parti e dotato di un Questionario finale - in sala stampa vaticana.

«Sempre si devono rinnovare le cose, le opere, le organizzazioni, altrimenti finiremmo tutti in un museo!». Lo ha detto, a braccio, il Papa, ricevendo oggi in udienza i direttori nazionali delle Pontificie Opere Missionarie, in occasione dell'assemblea generale annuale in corso alla Fraterna Domus di Sacrofano fino a domani.

Approvato il documento preparatorio dell’assemblea speciale del Sinodo dei vescovi per la Regione Panamazzonica. Il testo include un questionario finale. È quanto emerge da un comunicato diffuso oggi dalla sala stampa vaticana, in cui viene fatto il punto dopo la prima riunione del Consiglio pre-sinodale riunito in Vaticano dal 12 al 13 aprile.

I popoli dell’Amazzonia abbracciano Francesco, primo Pontefice a visitare questa immensa e straordinaria regione. E’ un’accoglienza festosa quella riservata al palazzetto dello sport di Puerto Maldonado: volti, abiti, canti e danze testimoniano l’eredità di culture straordinarie. Ora tutto questo è a rischio. “Papa Francesco, difendici”, è il grido accorato di una rappresentante del popolo Harakbut. Appello che il Papa fa suo. Francesco dona ad alcuni indigeni l’Enciclica “Laudato si’”, quindi pronuncia un appassionato discorso in cui chiede di rifiutare le esclusioni degli indigeni e le colonizzazioni ideologiche. Difendere l’Amazzonia, ribadisce, è difendere la vita di tutto il pianeta e auspica che il Sinodo del 2019 mostri il volto di una Chiesa amazzonica. Dopo il discorso, al Papa viene donata una corona indigena e alcune decorazioni locali, che Francesco indossa tra gli applausi dei presenti. Un gesto semplice che testimonia tutta la vicinanza del Papa ai popoli amazzonici.

Da Puerto Maldonado, in Perù, Francesco esorta a non “normalizzare” la violenza verso le donne e, per superare lo sfruttamento ambientale, incoraggia a organizzare movimenti e comunità ispirati da Gesù In una terra che “alcuni” vogliono far diventare “anonima, senza figli, infeconda”, un “luogo facile da commercializzare e da sfruttare”, Papa Francesco parla al cuore dell’Amazzonia peruviana e ne incontra la popolazione all’Istituto Basadre di Puerto Maldonado. Lì dove si trova “una delle esplosioni di vita più esuberanti del pianeta”, dal complesso Madre de Dios il Pontefice denuncia le schiavitù di oggi, lavorativa, sessuale ed economica. Esorta a non “normalizzare” la violenza verso le donne, a non girarsi dall’altra parte, sostenendo una cultura maschilista che non accetta il ruolo di protagonista della donna nelle nostre comunità. Torna quindi a parlare di una cultura che vuole solo consumare. Terra, foreste, fiumi – dice - vengono utilizzati fino all’ultima risorsa. Avarizia, denaro e potere corrompono persone e istituzioni. L’incoraggiamento è a continuare a organizzare movimenti e comunità per cercare di superare queste situazioni, vivendo intorno alla persona di Gesù.

I popoli dell’Amazzonia hanno abbracciato Francesco, primo Pontefice a visitare questa immensa e straordinaria regione, mai minacciata come oggi. Un’accoglienza festosa quella riservata al Papa da circa 4 mila persone al Coliseo, palazzetto dello sport della città peruviana di Puerto Maldonado (testo integrale del discorso del Papa).