Brasile

Ultimi contenuti per il percorso 'Brasile'

La brasiliana Gilvania Ferreira e il venezuelano Jarvaz Ruiz, che rappresentano i movimenti popolari della regione amazzonica, e lo spagnolo Charo Castelló, membro del comitato organizzatore degli Incontri mondiali dei movimenti popolari in dialogo con Pbrasileapa Francesco, hanno consegnato un documento - il Pronunciamento di Guararema - al card. Pedro Barreto, presidente delegato dell'Assemblea speciale del Sinodo dei vescovi per la regione panamazzonica.

«Assurdi incendi» nell’ambito di «criminose depredazioni in corso in Amazzonia». Così la presidenza della Conferenza dei vescovi del Brasile (Cnbb) prende posizione sui fuochi che stanno uccidendo vastissime zone della foresta, in una nota diffusa ieri, intitolata «Alzare la voce per l’Amazzonia».

«Il Governo Bolsonaro vuole attaccare le organizzazioni non governative, ma soprattutto cerca di attaccare la Chiesa dentro al tema del conflitto agrario». Lo sostiene Márcia Oliveira, docente di Sociologia all’Università Federale di Roraima (Ufrr), componente della Giunta della Rete ecclesiale panamazzonica (Repam) e perito in vista dell’imminente Sinodo dell’Amazzonia, interpellata dal Sir sugli incendi che stanno distruggendo vaste zone della foresta amazzonica. 

«Un disastro. Sono tre dighe, una sopra l’altra. Ha ceduto la prima, poi la seconda, c’è pericolo che ceda la terza. E’ tutto chiuso e l’impresa non dice nulla, ancora. Il pericolo è che ci siano molte vittime, ma non c’è niente di chiaro». È molto allarmato il primo commento rilasciato al Sir da padre Dario Bossi sulla rottura di una diga nella miniera di ferro denominata Vale di Brumadinho, località dello Stato brasiliano di Minas Gerais, non lontano dalla capitale Belo Horizonte. Potrebbero esserci centinaia di vittime.

«Con la sua fuga mortificava il dolore delle famiglie delle vittime e il dolore di un intero popolo». Lo ha detto il guardasigilli Alfonso Bonafede al momento dell'arrivo in Italia di Cesare Battisti, l'ex terrorista dei Pac catturato sabato a Santa Cruz (Bolivia) e subito trasferito nel carcere di Oristano e non in quello di Rebibbia come era stato annunciato in un primo momento. Conte: «un grande risultato che dovevamo alle vittime».

«Profondamente rattristato per l'attentato drammatico» che si è consumato ieri in Brasile, con una sparatoria al termine della messa nella Cattedrale di Campinas. Così Papa Francesco in un telegramma di cordoglio per le vittime a firma del segretario di Stato, card. Pietro Parolin, indirizzato a padre José Eduardo Meschiatti, amministratore diocesano dell'arcidiocesi di Campinas.

Si moltiplicano i messaggi di solidarietà alla diocesi di Campinas e alle famiglie coinvolte nei tragici fatti accaduti ieri nella cattedrale dell'arcidiocesi di Campinas (Brasile, stato di San Paolo). Il 49enne Euler Fernando Grandolpho, armato con una pistola calibro 38, ha ucciso quattro persone durante la celebrazione della messa e si è poi suicidato davanti all'altare.