Colombia

Ultimi contenuti per il percorso 'Colombia'

Il Segretariato di Pastorale sociale - Caritas della Chiesa colombiana ha pubblicato Un'analisi a tutto campo sulla situazione economica, sociale e ambientale della Colombia, a cominciare da un bilancio preciso e documentato sull'avanzamento dell'accordo di pace con le Farc. Negli ultimi anni 343 uccisioni di leader sociali. Gruppi armati «si contendono il controllo de territorio» e aumenta la produzione di coca.

«Erano quarant’anni che non si assisteva ad un’inondazione di tale portata. L’Orinoco è esondato lungo tutto il suo percorso, sia in Colombia che in Venezuela. La gente ha perso tutto e ora c’è paura per le epidemie». Questa la drammatica testimonianza di mons. Jonny Eduardo Reyes Sequera, vescovo di Puerto Ayacucho (Venezuela), giunta in Italia attraverso le Missioni Don Bosco. 

La Comisión de Verdad, l'organo previsto dagli accordi di pace tra Governo e Farc, presieduto dallo scorso autunno dal gesuita padre Francisco De Roux, riceverà tutti i documenti e informazioni utili sul conflitto colombiano, a partire dal 1953, da Governo, Forze armate, Farc, paramilitari e organizzazioni di imprenditori, agricoltori, indigeni.

Continuano in Colombia episodi di violenza contro campesinos e leader sociali. Particolare indignazione ha provocato il massacro, avvenuto martedì, di sette campesinos. Della situazione si è parlato all'assemblea della Conferenza episcopale colombiana che si chiude oggi a Bogotà. I vescovi parlano di «grave crisi umanitaria causata dall'inefficienza dello Stato».

Si tratta di Javier Ortega (32 anni, inviato di El Comercio), Paúl Rivas (45 anni, fotografo) e Efraín Segarras (60 anni, autista). La frontiera tra i due Paesi è uno dei punti strategici del traffico di cocaina e proprio su quanto sta accadendo in quella zona avevano puntato l'attenzione i giornalisti. Non è un gesto isolato. Dall'inizio dell'anno è stata un'escalation di fatti violenti, attribuiti a gruppi dissidenti delle Farc, l'ex guerriglia colombiana ufficialmente smobilitata dopo gli accordi di pace di fine 2016.