Nicaragua

Ultimi contenuti per il percorso 'Nicaragua'

Da venerdì scorso tutte le manifestazioni contro il Governo Ortega sono illegali. Lo ha reso noto con un comunicato ufficiale la Polizia nazionale. Nel comunicato si afferma che «saranno responsabili e risponderanno davanti alla giustizia le persone e gli organismi che convocano queste manifestazioni illegali». 

Papa Francesco ha scritto un messaggio al presidente del Nicaragua Daniel Ortega, in vista della festa nazionale del 15 settembre, quando nel Paese centroamericano si festeggeranno i 197 anni dell'indipendenza. Gesù, «Principe della pace», conceda a tutti «i doni di una fraterna riconciliazione e una pacifica e solidale convivenza», scrive il Papa nel messaggio, datato 31 agosto e in parte riportato oggi dal portale Vatican News.

Il Consiglio mondiale delle Chiese (Wcc) e l’alleanza ecumenica Act, nell’ambito del Pellegrinaggio di Giustizia e Pace del Consiglio mondiale, sono stati in questi giorni con una loro delegazione in Nicaragua, con l’obiettivo di «accompagnare le Chiese del Paese centroamericano nel contesto attuale di dolore e ferite sofferte da parte di molte persone e nel mezzo degli sforzi per trovare soluzioni», come si legge nel Messaggio diffuso ieri e pervenuto al Sir.

A partire dal 18 aprile il Governo del Nicaragua ha commesso ripetute violazioni dei diritti umani. Lo denuncia l'Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu), che in un rapporto presentato ieri denuncia l'uso sproporzionato della forza da parte della polizia, provvedimenti extragiudiziali, sparizioni forzate, detenzioni arbitrarie, episodi di tortura, specificando che i gruppi paramilitari hanno agito con l'approvazione delle autorità.

Prosegue senza sosta la repressione dei paramilitari in Nicaragua, nonostante i pronunciamenti delle Istituzioni internazionali. È di ieri la notizia del sequestro, che sarebbe avvenuto a León nella tarda mattinata, dell’avvocato Carlos Cárdenas Zepeda, giurista e consulente della Conferenza episcopale nicaraguense nel Dialogo nazionale.

«Per il paese e il popolo del Nicaragua, che sta attraversando un tempo di grandi prove, perché il Signore lo custodisca nella fede e nella pace, e perché, nella sua misericordia, faccia sorgere proprio dalle sofferenze presenti un’era di concordia e di giustizia, nel rispetto di tutti, specialmente dei più deboli». È l’invocazione per la quale fra Claudio Durighetto, ministro provinciale della Provincia Serafica, ha invitato a far pregare nel corso delle celebrazioni eucaristiche per la festa del Perdono di Assisi che si conclude oggi.