Nicaragua

Ultimi contenuti per il percorso 'Nicaragua'

È tornata ad essere densa di preoccupazioni la situazione in Nicaragua, dove la Conferenza episcopale mercoledì scorso si è vista «costretta» a sospendere, dopo un incontro introduttivo e tre sessioni, il tavolo plenario del Dialogo nazionale, che ha visto la partecipazione, nel Seminario di Nostra Signora di Fatima di Managua, sia del presidente Daniel Ortega, sia dei rappresentanti della società civile, degli studenti e della Chiesa nicaraguense. Quest'ultima aveva accettato il compito di mediatrice e osservatrice.

Secondo l'emittente Tele Sur il presidente del Nicaragua Daniel Ortega avrebbe deciso il ritiro della riforma delle pensioni, che ha provocato forti scontri nel Paese. Ma resta di grande tensione la situazione in Nicaragua, dopo le proteste, perlopiù pacifiche degli studenti universitari, iniziate mercoledì scorso, per la riforma della previdenza decisa dal Governo del presidente Daniel Ortega e la repressione dell'esercito e della Polizia, che ha causato almeno 25 morti.

«In quell'uomo guarito c'è ognuno di noi - quell'uomo è la figura di noi: noi siamo tutti lì -, ci sono le nostre comunità: ciascuno può guarire dalle tante forme di infermità spirituale che ha - ambizione, pigrizia, orgoglio - se accetta di mettere con fiducia la propria esistenza nelle mani del Signore Risorto». Così il Papa, durante il Regina Coeli di ieri, al quale - secondo la Gendarmeria vaticana - hanno partecipato 30mila perone ha attualizzato l'episodio evangelico della guarigione dello storpio.