Panama

Ultimi contenuti per il percorso 'Panama'

Intervista al card. Gualtiero Bassetti, presidente dei vescovi italiani, al termine della Giornata mondiale della gioventù: «Bisogna ritornare a far sognare i giovani. Non possiamo essere i controllori dei loro sogni. Devono sognare con intelligenza, con amore, con grazia. Dobbiamo essere i custodi dei loro sogni. Anche i vecchi hanno i sogni e quando i vecchi e i giovani sognano insieme diventano la forza di Dio».

«Il dramma dell'aborto, per capirlo bene, bisogna stare in un confessionale». Lo ha detto il Papa, che ha dialogato per cinquanta minuti con i giornalisti, in volo da Panama a Roma, nella prima conferenza stampa guidata dal direttore ad interim della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti. Il Papa ha parlato anche della situazione del Venezuela, della lotta agli abusi sui minori, dell'accoglienza dei migranti e del celibato dei preti

«Grazie a tutti, perché in questi giorni siete stati attenti e disponibili fino ai più piccoli, quotidiani e apparentemente insignificanti dettagli, come offrire un bicchier d'acqua, e - contemporaneamente - avete seguito le cose più grandi che richiedevano molta pianificazione». Sono le parole del Papa nell'ultimo momento pubblico della Gmg di Panama: l'incontro con i volontari nello Stadio Rommel Fernandez Juan Diaz. 

«L’esperienza di comunione ecclesiale e di rinnovamenti spirituale e pastorale che abbiamo vissuto insieme al Vicario di Cristo rimarrà impressa nella vita di ciascuno di noi». A garantirlo è stato l’arcivescovo di Panama, mons. José Domingo Ulloa Mendieta, salutando il Papa all’inizio della Messa finale della Gmg al Metro Park, a cui hanno partecipato oltre 700mila giovani, molti dei quali hanno passato la notte qui, dopo la Veglia di ieri sera. 

Maria «non compariva nelle reti sociali dell’epoca, non era una influencer, però senza volerlo né cercarlo è diventata la donna che ha avuto la maggiore influenza nella storia». A farlo notare è stato il Papa, durante la Veglia con i giovani di Panama, riuniti in centinaia di migliaia nel Campo San Juan Pablo II del Metro Park.

Una famiglia. Un giovane capace di reinserirsi nella società. Una giovane che vive in un territorio di conflitto. Panamensi i primi due, palestinese la terza. Sono i tre testimoni che hanno portato la propria esperienza durante la veglia di Papa Francesco con i giovani, al Campo San Juan Pablo II del Metropark di Panama.