Panama

Ultimi contenuti per il percorso 'Panama'

Cari giovani,
con il ricordo pieno di vita del nostro incontro alla Giornata Mondiale della Gioventù del 2016 a Cracovia, ci siamo messi in cammino verso la prossima meta che, se Dio vorrà, sarà Panama nel 2019. Per me sono molto importanti questi momenti di incontro e dialogo con voi, e ho voluto che questo itinerario si facesse in sintonia con la preparazione del prossimo Sinodo dei Vescovi, che è dedicato a voi giovani.
In questo cammino ci accompagna nostra Madre, la Vergine Maria, e ci anima con la sua fede, la stessa fede che lei esprime nel suo canto di lode. Maria dice: «Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente» (Lc 1,49). Lei sa rendere grazie a Dio, che ha guardato la sua piccolezza, e riconosce le grandi cose che Egli realizza nella sua vita; e si mette in viaggio per incontrare sua cugina Elisabetta, anziana e bisognosa della sua vicinanza. Non resta chiusa a casa, perché non è una giovane-divano che cerca di starsene comoda e al sicuro senza che nessuno le dia fastidio. È mossa dalla fede, perché la fede è il cuore di tutta la storia di nostra Madre.
Cari giovani, anche Dio vi guarda e vi chiama, e quando lo fa vede tutto l’amore che siete capaci di offrire. Come la giovane di Nazareth, potete migliorare il mondo, per lasciare un’impronta che segni la storia, quella vostra e di molti altri. La Chiesa e la società hanno bisogno di voi. Con il vostro approccio, con il coraggio che avete, con i vostri sogni e ideali, cadono i muri dell’immobilismo e si aprono strade che ci portano a un mondo migliore, più giusto, meno crudele e più umano.
Durante questo cammino, vi incoraggio a coltivare una relazione di familiarità e amicizia con la Vergine santa. È nostra Madre. Parlatele come a una Madre. Con lei, rendete grazie per il dono prezioso della fede che avete ricevuto dai vostri antenati, e affidate a lei tutta la vostra vita. Come una buona Madre vi ascolta, vi abbraccia, vi vuole bene, cammina con voi. Vi assicuro che se lo farete non ve ne pentirete.
Buon pellegrinaggio verso la Giornata Mondiale della Gioventù del 2019.
Che Dio vi benedica.

Questa Giornata mondiale della gioventù a Cracovia è stata una “ossigenazione” spirituale “perché possiate vivere e camminare nella misericordia una volta ritornati ai vostri paesi e alle vostre comunità”. Papa Francesco lo ha detto ai quasi due milioni di giovani protagonisti della messa di chiusura nel Campus Misericordiae, prima della recita della preghiera mariana dell’angelus. Una preghiera recitata guardando l’immagine della Vergine Maria venerata da San Giovanni Paolo II nel santuario polacco di Kalvaria. Una Vergine, ha spiegato il Papa, che ci insegna a fare come lei “non disperdere il dono ricevuto in Polonia, ma custodirlo nel cuore, perché germogli e porti frutto, con l’azione dello Spirito Santo. E Francesco ha annunciato che la prossima Gmg sarà a Pnama nel 2019.

Nella mattinata di oggi, 5 settembre 2014, Papa Francesco ha incontrato il Presidente della Repubblica di Panama, Juan Carlos Varela Rodríguez. Durante i colloqui, che si sono svolti in un clima di cordialità, ci si è soffermati sulla collaborazione tra la Chiesa e lo Stato nell’affrontare alcune problematiche sociali, specie quelli attinenti alla gioventù, ai poveri e ai più vulnerabili. Infine, si è fatto cenno a diverse questioni regionali nella prospettiva della prossima celebrazione del VII Vertice delle Americhe, cosi come ad alcune problematiche internazionali, rilevando l’impegno del Paese per la costruzione della pace.

Papa Francesco ha incontrato il Presidente di Panama. Durante i cordiali colloqui c'è stato uno scambio su alcuni temi attinenti all'attuale situazione nel Paese, in particolare sulle politiche sociali avviate dal Governo, ed i progetti di sviluppo per la Nazione. È stata poi evocata la lunga tradizione cristiana del Paese, e ci si è soffermati sugli storici legami bilaterali, con particolare interesse per le attuali relazioni tra la Chiesa e lo Stato. Al riguardo, è stata anche espressa gratitudine per il dono di una statua di Santa María La Antigua, Patrona della Nazione, offerta al Pontefice dal Capo dello Stato e collocata nei Giardini vaticani.