Usa

Ultimi contenuti per il percorso 'Usa'

Papa Francesco ha iniziato il suo storico discorso (testo integrale) a Capitol Hill con un omaggio al «Congresso della terra della libertà e la casa del coraggio», citando così l'inno nazionale statunitense. Salutato da una seconda standing ovation da parte dei membri del Congresso, il Papa ha richiamato gli americani alle loro responsabilità sociali e personali.

“I miei interventi sull’imperialismo economico sono nell’insegnamento sociale della Chiesa, non ho mai detto una cosa in più che non fosse nella dottrina sociale della Chiesa”.
Sul volo che lo ha portato da Santiago de Cuba a Washington, rispondendo ad alcune domande dei giornalisti sull’Enciclica “Laudato Sì” e sui suoi più recenti interventi sui temi sociali ed economici, Papa Francesco ha ribadito che non bisogna chiedersi se la Chiesa lo seguirà, ma che è lui a seguire la Chiesa e la sua dottrina sociale.
Qualcuno, gli ha riferito un giornalista, negli Stati Uniti si è chiesto se il Papa è davvero cattolico. “Se è necessario che io reciti il credo – ha risposto il Papa sorridendo - sono disposo a recitare il Credo".

«C’è qualcosa dentro di noi che ci invita alla gioia e a non adattarci a palliativi che cercano semplicemente di accontentarci. Ma, a nostra volta, viviamo le tensioni della vita quotidiana». È il filo conduttore dell’omelia della Messa per la canonizzazione di padre Junipero Serra, celebrata dal Papa nel santuario nazionale dell’Immacolata Concezione a Washington (testo omelia).

È cominciato con un saluto ai «nostri fratelli ebrei» il discorso (testo integrale) rivolto ai 350 vescovi degli Stati Uniti d’America, incontrati nella cattedrale di San Matteo a Washington, seconda tappa della sua giornata dopo la visita alla Casa Bianca. Nel discorso, pronunciato in italiano e finora il più lungo del suo decimo viaggio internazionale, Francesco ha detto: «Innanzitutto vorrei salutare i nostri fratelli ebrei. Che il Signore gli dia pace e li faccia andare avanti nella via della santità». Tutto ciò, ha aggiunto il Papa, per adempiere all’invito di Gesù: «Siate santi perché io sono santo».

I cittadini con passaporto italiano residenti negli Stati Uniti sono oggi 239.098, di cui 113.872 femmine (47%). Il dato, contenuto nel Rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes che sarà presentato a Roma il prossimo 6 ottobre, è stato anticipato oggi, mentre papa Francesco è in visita negli Usa.

«Quale figlio di una famiglia di emigranti, sono lieto di essere ospite in questa Nazione, che in gran parte fu edificata da famiglie simili. Mi accingo con gioia a questi giorni di incontro e di dialogo, nei quali spero di ascoltare e di condividere molti dei sogni e delle speranze del popolo americano». Sono le prime parole (testo integrale) rivolte ad Papa Francesco al presidente Barack Obama, nella cerimonia di benvenuto nel South Lawn della Casa Bianca.