Armenia

Ultimi contenuti per il percorso 'Armenia'

È importante chiedere a Dio il dono della sapienza del cuore: «La commemorazione delle vittime di cento anni fa ci pone dinanzi alle tenebre del mysterium iniquitatis». Ne è convinto il Papa, che nel discorso rivolto al Sinodo patriarcale della Chiesa armeno-cattolica ha esortato a «chiedere a Dio il dono della sapienza del cuore».

Le prove, il martirio, la persecuzione, vissute dai cristiani armeni nella loro storia, come l'emigrazione sofferta da questo popolo pellegrino, le dobbiamo vedere e venerare come ferite del corpo stesso di Cristo e sono anche causa di incrollabile speranza e di fiducia nella misericordia provvidente del Padre. Lo ha detto Papa Francesco ricevendo in Vaticano Aram I, Catholicos della Grande Casa di Cilicia, del quale ha riconosciuto l'impegno ecumenico. Insieme hanno pregato nella Cappella Redemptoris Mater del Palazzo Apostolico.

L'ecumenismo della sofferenza e del martirio e' un potente richiamo a camminare lungo la strada della riconciliazione tra le Chiese. Lo ha detto papa Francesco nell'incontro con Karekin II, Catholicos degli Armeni. Parlando delle sofferenze subite dai cristiani nei tempi recenti, e in particolare della tragedia del popolo armeno, il Papa ha notato che il numero di discepoli che hanno sparso il loro sangue per Cristo nelle tragiche vicende del secolo scorso è certamente superiore a quello dei martiri dei primi secoli. Nel saluto Papa Francesco si è riferito ai progressi sulla strada dell'ecumenismo, particolarmente visibili nel caso dei rapporti con la Chiesa apostolica armena.