Cina

Ultimi contenuti per il percorso 'Cina'

Oggi, al termine dell'udienza, il Papa ha detto: «Il 24 maggio, i cattolici in Cina pregheranno con devozione la beata Vergine Maria Aiuto dei Cristiani, venerata nel santuario di Sheshan a Shanghai. Nella statua, che sovrasta il Santuario, Maria sorregge in alto il suo Figlio, presentandolo al mondo con le braccia spalancate in gesto di amore e di misericordia. Anche noi chiederemo a Maria di aiutare i cattolici in Cina ad essere sempre testimoni credibili di questo amore misericordioso in mezzo al loro Popolo e a vivere spiritualmente uniti alla roccia di Pietro su cui è costruita la Chiesa».

(dall’inviato Sir a Seoul) - “Al momento di entrare nello spazio aereo cinese, estendo a vostra eccellenza, e ai vostri concittadini le divine benedizioni di pace e di benessere sulla nazione”: è questo il testo del telegramma che Papa Francesco ha inviato al presidente cinese Xi Jinping durante la fase di sorvolo della Cina del suo viaggio che lo sta portando dall’Italia in Corea del Sud (14-18 agosto), terza meta internazionale del pontefice dopo Brasile e Terra Santa.

"Un appuntamento importante per lo sviluppo futuro della nostra regione e un progetto di cui seguire con attenzione le prossime fasi di costruzione, insieme anzitutto a Toscana Promozione che dovrà garantirne la crescita tecnica" hanno commentato gli assessore regionali Vincenzo Ceccarelli (Infrastrutture) e Gianfranco Simoncini (Attività produttive e lavoro) alla fine dell'incontro con la delegazione cinese del Chongqing Foreign Trade and Economic Cooperation Group accompagnata dal vicepresidente del Consiglio regionale Giuliano Fedeli e dalla consigliera Marta Gazzarri, e guidata dal direttore generale signor Yu Yang.

Un doppio appello: per le popolazioni di Bosnia, Erzegovina e Serbia, colpite dal maltempo che ha mietuto vittime, e per la Cina, con l'auspicio che i cattolici possano continuare a testimoniare la loro fede in condizioni di serena convivenza con il resto della popolazione. A rivolgerlo è stato il Papa, prima di salutare i fedeli di lingua italiana.

Se l’aborto è un omicidio non c’è dubbio che la strage più impressionante di esseri umani negli ultimi trenta anni non è stata provocata dalle guerre pur sanguinose, né dalle epidemie spesso micidiali, ma dai 281 milioni di aborti (qualcosa come le popolazioni della Germania, della Gran Bretagna, della Francia, dell’Italia e del Belgio messe insieme) che, secondo le stesse cifre ufficiali del governo, ha provocato la campagna per il figlio unico in Cina.

Al termine dell'udienza generale di mercoledì 22 maggio, papa Francesco ha lanciato un appello: «Venerdì, 24 maggio, è il giorno dedicato alla memoria liturgica della Beata Vergine Maria, Aiuto dei Cristiani, venerata con grande devozione nel Santuario di Sheshan a Shanghai. Invito tutti i cattolici nel mondo a unirsi in preghiera con i fratelli e le sorelle che sono in Cina, per implorare da Dio la grazia di annunciare con umiltà e con gioia Cristo morto e risorto, di essere fedeli alla sua Chiesa e al Successore di Pietro e di vivere la quotidianità nel servizio al loro Paese e ai loro concittadini in modo coerente con la fede che professano....»