Corea del Nord

Ultimi contenuti per il percorso 'Corea del Nord'

«Non si può mai uccidere in nome di Dio»: «Solo una forma ideologica e deviata di religione può pensare di rendere giustizia nel nome dell’Onnipotente, deliberatamente massacrando persone inermi, come è avvenuto nei sanguinari attentati terroristici dei mesi scorsi in Africa, Europa e Medio Oriente». È l’ammonimento del Papa, nel discorso (testo integrale) rivolto oggi al Corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede in cui ha affrontato soprattutto l'emergenza delle migrazioni.

Fabiano Hong-joun Choi, scrittore e produttore di documentari televisivi: "Il popolo coreano ha visto l'amore del Papa per i giovani, i sofferenti, gli ammalati". Le persone radunate a piazza Gwanghwamun, circa un milione, "rappresentano una luce per la Corea". E sui rapporti tra le due Coree: "Non dobbiamo perdere la speranza che ci possa essere anche per noi la possibilità di poterci un giorno di nuovo abbracciare, che avvenga ciò che è avvenuto, per esempio, per la Germania".

(dall’inviato Sir a Seoul) - “Abbiate fiducia nella potenza della croce di Cristo! Accogliete la sua grazia riconciliatrice nei vostri cuori e condividetela con gli altri! Vi chiedo di portare una testimonianza convincente del messaggio riconciliatore di Cristo nelle vostre case, comunità e in ogni ambito della vita nazionale”. È questo il messaggio che Papa Francesco ha lasciato oggi ai cattolici coreani durante la messa per la pace e la riconciliazione nella cattedrale di Myeongdong, a Seoul, ultimo atto della sua visita in Corea iniziata il 14 agosto.

Terza giornata di Papa Francesco in Corea. In mattinata la Messa di beatificazione di Paul Yun Ji-Chung e 123 compagni martiri cui hanno partecipato circa 800mila persone. Poi la toccante visita al centro per disabili e l'omaggio alle croci dei bimbi non nati. Infine, l'incontro con le comunità religiose e i leader dell'apostolato laico. Domani l'incontro con i vescovi dell'Asia e la Messa conclusiva della 6ª Giornata della gioventù asiatica.