Iraq

Ultimi contenuti per il percorso 'Iraq'

Appena entrato nella cattedrale siro-cattolica di Baghdad, dove sono presenti un centinaio di persone, il Papa ha cominciato il suo secondo discorso in terra irachena – rivolto ai vescovi, ai sacerdoti, ai religiosi, ai seminaristi e ai catechisti – facendo memoria del sanguinoso attentato terroristico del 31 ottobre 2010, che proprio in questo luogo ha provocato la morte di 48 persone, tra cui due sacerdoti, delle quali è in corso la causa di beatificazione.

Una visita apostolica “a lungo attesa e desiderata”. Sono le prime parole del Papa nel suo primo discorso a Baghdad, rivolto alle autorità, alla società civile e al Corpo diplomatico. Il primo sentimento espresso da Francesco, primo Papa della storia a recarsi in Iraq, è la gratitudine per “poter venire in questa terra, culla della civiltà strettamente legata, attraverso il patriarca Abramo e numerosi profeti, alla storia della salvezza e alle grandi tradizioni religiose dell’ebraismo, del cristianesimo e dell’Islam”

Ha avuto inizio questa mattina il 33° viaggio apostolico internazionale di Papa Francesco, il primo Pontefice che si reca in Iraq. La Conferenza episcopale italiana lo accompagna con la preghiera in questa visita "segno di prossimità ad un popolo che ha tanto sofferto". Bergoglio prima della partenza ha inviato un telegramma al Presidente

“Noi stiamo pregando tanto per questo viaggio perché la nostra terra sta sanguinando ed ha bisogno di pace”. E’ quanto hanno detto i ragazzi iracheni al Papa questa mattina incontrandolo a Casa Santa Marta. Poco prima delle 7 e prima di raggiungere l’aeroporto di Fiumicino per imbarcarsi sul volo per Baghdad, il Papa si è intrattenuto per alcuni momenti con circa 12 persone accolte dalla Comunità di Sant’ Egidio e dalla Cooperativa Auxilium, rifugiatesi in anni recenti in Italia dall’Iraq.