Gaza

Ultimi contenuti per il percorso 'Gaza'

«Ho appreso con tristezza la notizia della morte di Simone Camilli, impegnato per L'Associated Press Television News a descrivere il conflitto in corso a Gaza. Ai suoi cari e ai suoi colleghi di lavoro esprimo i miei sentimenti di vicinanza e partecipazione al dolore». Inizia così il messaggio di cordoglio del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per la morte del fotoreporter Simone Camilli.

Simone Camilli, il reporter di 35 anni morto in un'esplosione a Gaza, era il figlio di Pier Luigi Camilli, sindaco di Pitigliano, paese in provincia di Grosseto. A Pitigliano è stato dichiarato il lutto cittadino, con la sospensione di tutti i festeggiamenti per l'agosto pitiglianese. Il parroco, Don Luca Caprini, ha annunciato un momento di preghiera in Duomo per domani alle 21.30.

Le Nazioni Unite sono pronte a contribuire alla ricostruzione della Striscia di Gaza, ma per l'ultima volta, perché "l'insensato ciclo di sofferenze a Gaza e in Cisgiordania, così come in Israele, deve finire". E' quanto ha dichiarato oggi il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, aprendo una sessione speciale dell'Assemblea generale richesta dai paesi arabi.

“Stiamo lavorando in condizioni sempre più difficili. Con l’escalation di attacchi in corso, siamo stati costretti a interrompere per il momento il sostegno che stavamo dando a quattro cliniche e ospedali. E la cosa peggiore è che la popolazione è in trappola e non c’è più un posto sicuro dove rifugiarsi”.

Un nuovo cessate-il-fuoco per motivi umanitari è stato annunciato, dalle 8 di stamattina e per le prossime 72 ore, dal segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon e il Segretario di Stato americano John Kerry, che hanno avuto rassicurazioni in proposito dal rappresentante Onu a Gerusalemme Robert Serry. Ma dopo due ore la tregua è stata violata e le parti hanno cominciato ad accusarsi reciprocamente. Scopo del cessate-il-fuoco era di dare ai civili innocenti la possibilità di ricorrere alle cure sanitarie, seppellire i defunti, e procacciare il cibo.