Gaza

Ultimi contenuti per il percorso 'Gaza'

Il Perdono di Assisi, la festa che inizia stamattina e si conclude con il vespro solenne di domani nella Porziuncola di Santa Maria degli Angeli per l'ottenimento dell'indulgenza che da oltre sette secoli vede la presenza di migliaia di pellegrini, avrà quest'anno un'intenzione di preghiera particolare: la fine della guerra e delle ostilità in Terra Santa.

La campagna militare israeliana «Confine protettivo», giunta oggi 31 luglio al suo 25° giorno, ha prodotto un bilancio provvisorio di oltre 1360 morti palestinesi, in larga parte civili, 57 israeliani, circa 200mila sfollati interni e migliaia di feriti. Il bilancio più pesante di sempre. E purtroppo non è ancora finita. La politica non riesce a recuperare il suo necessario spazio di manovra per fermare il massacro.

 «Questa mattina alle ore 10.30 aerei israeliani hanno colpito e distrutto la casa delle Suore del Verbo incarnato, situata all'interno del compound della parrocchia cattolica della Sacra Famiglia. Danni ingenti si registrano anche nei locali della scuola attigua. Salve la chiesa e la casa parrocchiale. Le vetrate sono andate in frantumi. Non si registrano feriti».

l cristiano non può tenere nascosta la sua fede perché traspare da ogni parola e da ogni gesto, perché il cristiano vero cambia in profondità la sua vita. Così ha detto Papa Francesco prima dell'Angelus, commentando le due parabole del Vangelo di oggi, del tesoro nascosto nel campo e della perla di grande valore. Dopo l'Angelus ha pregato per la fine dei conflitti in corso nel mondo in Medio Oriente, Irak e Ucraina ed ha ricordato che cento anni fa ebbe inizio la Prima Guerra Mondiale.