Terrasanta

Ultimi contenuti per il percorso 'Terrasanta'

«Siamo venuti per ascoltare la vostra voce e per riflettere. La presenza cristiana è vitale e necessaria nella Terra Santa per far incontrare le persone». Lo ha detto il vescovo anglicano di Soutwark, Christopher Chessun, nell’omelia della messa concelebrata stasera a Ramallah dai vescovi cattolici dell’Holy Land Coordination (Hlc), e presieduta da mons. Declan Lang, vescovo di Clifton e coordinatore Hlc.

«Stefano ci insegna come vivere le situazioni difficili e problematiche della vita, dividendole in due livelli. Uno è quello della storia, fatto di successi, violenze e guerre; l’altro è quello di chi sa alzare lo sguardo vivendo dentro le difficoltà, per vedere oltre i cieli quello che è il progetto di Dio, che guida la storia, affinché nasca la speranza». Lo ha detto il custode di Terra Santa, padre Francesco Patton, celebrando ieri, a Gerusalemme, la festa di Santo Stefano.

Una preghiera per la giustizia, per la presenza cristiana in Medio Oriente, per la pace e la riconciliazione in tutte le nazioni del mondo: a elevarla sono i patriarchi e i capi delle Chiese di Gerusalemme nel loro messaggio natalizio.