Francia

Ultimi contenuti per il percorso 'Francia'

I vescovi di Francia hanno deciso di riconoscere “ufficialmente la responsabilità istituzionale della Chiesa e la dimensione sistemica degli abusi sessuali nella Chiesa”. Lo ha annunciato alla stampa direttamente il presidente della Conferenza episcopale francese, mons. Éric de Moulins-Beaufort. 

“Mentre attraversate la tempesta provocata dalla vergogna e dal dramma degli abusi sui minori da parte della Chiesa, vi incoraggio a portare il vostro fardello con fede e con speranza, e io lo porto con voi”. Lo scrive Papa Francesco ai vescovi riuniti a Lourdes in Assemblea plenaria dove all’ordine del giorno figura lo studio e il confronto dell’episcopato francese in merito al Rapporto della Ciase recentemente pubblicato sugli abusi commessi dalla Chiesa cattolica in Francia negli ultimi 70 anni.

Visita questa mattina al cantiere della cattedrale di Notre-Dame del Presidente della Repubblica francese. Ad accompagnarlo c’erano anche l’arcivescovo di Parigi, mons. Michel Aupetit e il rettore della cattedrale mons. Patrick Chauvet.“La speranza”, è il messaggio che la cattedrale vuole dare oggi ad un’Europa in preda all’epidemia. “È giusto cercare tutti i mezzi per fermare la diffusione del virus”. Ma per vincere veramente questa battaglia, "occorre non perdere la speranza”.

Provvedimenti importanti volti a cambiare il rapporto delle istituzioni ecclesiastiche con le vittime, l’organizzazione della Conferenza episcopale affinché “la prevenzione sia iscritta al centro delle attività pastorali”, e i mezzi di indagine sui fatti denunciati perché siano ricostruiti nel modo “più giusto ed efficace”. 

Negli ultimi quattro anni, in Francia, sette preti si sono suicidati. Due si sono tolti la vita quest’anno, entrambi ad agosto. La Conferenza episcopale francese ha avviato un’indagine – la prima in assoluto – sulla salute fisica e mentale dei sacerdoti. La buona notizia è che il 93% ha risposto di essere in “buona salute”. Tra i “nodi” da sciogliere il sovraccarico di lavoro e la depressione

“Nessuna vera libertà senza rispetto e senza fraternità”. Si intitola così la nota pubblicata oggi dai vescovi francesi sugli attacchi islamici che hanno insanguinato la Francia negli ultimi giorni, da quello contro un insegnante a Conflans-Sainte-Honorine all’attentato alla basilica di Nizza il 29 ottobre scorso che ha provocato la morte di tre fedeli cattolici.