Germania

Ultimi contenuti per il percorso 'Germania'

Regno Unito, Germania, Francia, Italia... Non c'è Paese europeo che sfugga all'imbarbarimento della vita politica e al degrado delle istituzioni democratiche. Le ragioni sono complesse: la diffusione di paure legate alla globalizzazione, alla crisi economica e alle migrazioni, si somma alle fake news e al venir meno del senso di responsabilità verso la «cosa pubblica». Alcuni spunti per riavvicinare cittadini e «palazzo».

Due totalitarismi innescano la guerra, che era cominciata tra Giappone e Cina, in Europa: nazisti e sovietici che il 1 settembre invadono e poi si spartiscono la Polonia. «Una democrazia senza valori si converte in un totalitarismo aperto oppure subdolo, come insegna la storia», questo il monito di Giovanni Paolo II, di grande attualità anche oggi.

La Conferenza episcopale tedesca ha diffuso i numeri della presenza dei cattolici nel Paese. Il dato più eclatante è il numero di coloro che hanno deciso di «uscire» dalla Chiesa: 216.078 persone nel 2018, contro i 167.504 dell’anno precedente. «Le statistiche attuali sono preoccupanti», ha commentato il segretario generale della Conferenza episcopale.

Le previsioni di crescita del Pil per la zona euro nel 2019 restano invariate all'1,2% mentre quelle per il 2020 sono state leggermente riviste al ribasso, all'1,4%. Queste le previsioni diffuse oggi dalla Commissione Ue. L'Italia rimane il fanalino di cosa dell'Europa, la cui ripresa è invece trainata da Malta e Polonia, ma anche da Irlanda, Slovacchia, Ungheria e Bulgaria.

«Come in ogni occasione desidero offrirvi il mio appoggio, starvi accanto, per camminare al vostro fianco e cercare insieme di rispondere con parresia alla situazione attuale». Lo scrive Papa Francesco nella lettera «al Popolo di Dio che è in cammino in Germania», pubblicata nel giorno della festa dei santi Pietro e Paolo apostoli.

Trent'anni veniva abbattuto il Muro di Berlino, icona delle divisioni e delle guerre. Purtroppo caduto quello ne sono arrivati una cinquantina come epilogo e surrogato delle guerre che non portano a nessuna pace, come trincee temporaneamente spente, ma da cui ci si guarda ancora in cagnesco. Sono muri che dividono non solo territori, ma popoli. Ma la maggior parte dei muri più recenti e più numerosi sono muri costruiti contro un presunto nemico disarmato, cioè contro i migranti. 

I risultati dello studio su «Abusi sessuali su minori da parte di sacerdoti cattolici, diaconi e religiosi appartenenti alla Conferenza episcopale tedesca» sono stati al centro, ieri, della seduta del Consiglio permanente, che si è confrontato sui prossimi passi in vista della sessione plenaria autunnale dei vescovi tedeschi.