Italia

Ultimi contenuti per il percorso 'Italia'

Il Sud continua a crescere, nel 2017 è cresciuto soltanto un decimale in meno del Centro-Nord (1,4% contro 1,5%), ma la crescita perde colpi e comunque è troppo lenta per poter recuperare le conseguenze devastanti della crisi, tanto più che in prospettiva, se non interverranno misure importanti, si intravede per il 2019 una «grande frenata»

Nel 2017 il Prodotto interno lordo nelle Regioni meridionali ha proseguito la sua ripresa, crescendo dell’1,4% rispetto allo 0,8% del 2016. Un ritmo appena inferiore a quello delle Regioni del Centro-Nord (1,5%), ma troppo lento per recuperare le devastanti conseguenze della crisi. Lo afferma lo Svimez nelle anticipazioni del Rapporto 2018 presentate oggi a Roma.

Ritorno del nazionalismo, rivisitazione della nozione di «popolo», la disintermediazione che ci fa avvicinare alle «democrature» (mix di democrazia e dittature)... Stiamo vivendo una nuova fase di egemonia culturale? I cittadini sono oggi ad un bivio: sviluppare un pensiero convergente oppure costruirne uno divergente, cioè alternativo e creativo?

In 6 Regioni su 10 i Comuni hanno tagliato la spesa pro capite per le politiche sociali e la famiglia. È quanto emerge da un'elaborazione dell'Unione europea delle cooperative (Uecoop) sugli ultimi dati Istat 2018 relativi ai bilanci degli enti locali in Italia fra il 2015 e il 2016 con la media nazionale scesa a 141 euro pro capite.

Potenziare i controlli sul sistema delle cooperative che si occupano di migranti in Italia e favorire le realtà che lavorano in maniera onesta e trasparente. Lo chiede l'Unione europea delle cooperative (Uecoop). Secondo l'indagine Uecoop/Ixè, il 57% degli italiani ha un'opinione poco o per nulla positiva sulle cooperative di accoglienza dopo gli scandali che hanno coinvolto diverse realtà dalla Campania al Veneto, dalla Lombardia alla Sicilia, dalla Basilicata alla Calabria.

Parla al Sir Yassine Lafram, 32 anni, eletto nei giorni scorsi nuovo presidente dell'Unione delle comunità e organizzazioni islamiche italiane (Ucoii) e lancia un appello a cattolici e musulmani. Tra le priorità del nuovo direttivo: la mappatura dei luoghi di culto, la lotta alla radicalizzazione nelle carceri, l'educazione e la formazione dei giovani.