Assisi

Ultimi contenuti per il percorso 'Assisi'

Saranno i Comuni della Toscana ad offrire, quest’anno, l’olio per la lampada che arde dinanzi alla tomba di San Francesco, ad Assisi. L’evento si svolgerà nel giorno della festa di San Francesco, venerdì 4 ottobre: già dal giorno prima, giovedì 3 ottobre, i pellegrini in arrivo dalla Toscana saranno accolti ad Assisi e potranno partecipare a veglie di preghiera, incontri e celebrazioni.

Una serata di festa, di testimonianza e di annuncio con canti, balli e coinvolgimento dei passanti. Sarà quello che la sera di giovedì 25 luglio offriranno a Grosseto i giovani toscani che parteciperanno alla 39^ Marcia Francescana, che quest'anno parte, appunto, dal capoluogo maremmano per concludersi, come ogni anno, il 2 agosto, festa del Perdono, ad Assisi.

Si è aperta stamani alla Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli ad Assisi, la 56 ͣ sessione di formazione ecumenica del Segretariato attività ecumeniche (Sae), che ha per tema «Le Chiese di fronte alla ricchezza, alla povertà e ai beni della terra». Il messaggio di mons. Ambrogio Spreafico a nome della Cei e l'intervento del presidente del Sae.

L'ormai ben avviato il lavoro di preparazione che il tavolo dei delegati delle Diocesi della Toscana e delle componenti della famiglia francescana stanno portando avanti, col coordinamento dei vescovi Cetoloni (Grosseto) e Roncari (Pitigliano-Sovana-Orbetello), per preparare il cammino che porterà la Toscana ad offrire l’olio per la lampada votiva a San Francesco, i prossimi 3 e 4 ottobre.

«Sua Maestà è dedita alla promozione dei diritti umani e dell'armonia interreligiosa, si adopera per la riforma dell'istruzione e per la tutela della libertà di culto, ed è impegnata strenuamente per offrire un rifugio sicuro a milioni di profughi. Grazie Maestà! Grazie Giordania!». Così il custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, si è rivolto al re Abdullah II di Giordania all'inizio della cerimonia di consegna della Lampada della pace.