Scozia

Ultimi contenuti per il percorso 'Scozia'

In Gran Bretagna si è votato per i consigli municipali e i parlamenti di Scozia, Galles e Irlanda del Nord. Il laburista musulmano Sadiq Khan è il nuovo sindaco della capitale. Ma il suo partito è in surplace, mentre tengono le loro posizioni i Tories, stravincono i nazionalisti a nord del Vallo di Adriano e l'Ukip non dilaga.

Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ha reso nota una bozza di accordo tra Bruxelles e Londra per evitare che la Gran Bretagna lasci l'Ue. L'esperto dell'Università di Aberdeen, «queste misure non bastano per placare gli euroscettici». Si complicano i rapporti con Scozia e Irlanda.

“Il sangue dei nostri fratelli cristiani è una testimonianza che grida. Siano cattolici, ortodossi, copti, luterani non importa: sono cristiani”. L’udienza con i rappresentanti della Chiesa Riformata di Scozia ha offerto al Pontefice l’occasione per esprimere dolore e orrore per l’esecuzione degli oltre 20 copti egiziani da parte dei jihadisti del cosiddetto Stato Islamico. “Questi fratelli – ha aggiunto – sono morti per il solo fatto di confessare Cristo, chiedo di incoraggiarci l’uno con l’altro ad andare avanti con questo ecumenismo, che sta incoraggiando l’ecumenismo del sangue. I martiri sono di tutti i cristiani”.

All'indomani del voto del parlamento di Westmister, che ha detto sì alla creazione di «bambini con tre genitori», con 382 voti a favore e 128 contro, i vescovi cattolici di Inghilterra e Galles ricordano che questa procedura «tratta la vita umana come materiale da buttare via», mentre gli embrioni dovrebbero essere «rispettati e protetti» dal momento del concepimento.

«Un'intera generazione di giovani crescerà perdendo di vista il valore unico che un rapporto duraturo tra un uomo e una donna ha per il benessere dei figli e la stabilità della vita famigliare». Così John Deighan, rappresentante cattolico al Parlamento scozzese, commenta l'entrata in vigore della legislazione che consente alle coppie gay di sposarsi, a chi ha contratto una unione civile di trasformarla in matrimonio, e a persone dello stesso sesso di ottenere il riconoscimento di contratti coniugali sottoscritti all'estero.