Turchia

Ultimi contenuti per il percorso 'Turchia'

(Bruxelles) «La Turchia si sta allontanando ulteriormente dall'Ue e i negoziati di adesione sono giunti a un punto morto». È quanto si legge nel comunicato stampa diffuso oggi al termine della 54ª riunione del «Consiglio di associazione Ue-Turchia», presieduta dall'Alto rappresentante dell'Ue, Federica Mogherini, a Bruxelles con Mevlüt Çavusoglu, ministro degli affari esteri e capo negoziatore della Turchia.

In una lettera aperta inviata oggi ai leader europei da Oxfam e 23 Ong la denuncia della situazione insostenibile sulle isole greche a seguito dell'accordo per la gestione dei flussi migratori e il rimpatrio degli irregolari siglato tre anni fa da Unione europea e Turchia.

Sono oltre 286 milioni i dollari allocati nel 2017 dalla rete ecclesiale, composta da Ong cattoliche, diocesi, congregazioni religiose, istituzioni ecclesiali, per fare fronte alla crisi umanitaria in Siria e Iraq. È quanto emerge da una indagine presentata nella riunione sulla «Crisi umanitaria in Siria e Iraq» organizzata dal Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, che si è aperta oggi (fino a domani) presso l'Università Urbaniana, a Roma.

È durato circa cinquanta minuti il colloquio privato tra Papa Francesco e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. A riferirlo, in un briefing in sala stampa vaticana, è stato il «pool» di giornalisti ammessi alla visita. Al centro dei colloqui la situazione del Paese, l, l'accoglienza dei profughi e lo status di Gerusalemme.

Tra il 2015 e il 2017 la situazione dei cristiani è peggiorata a causa di violenze e oppressione così come le negazioni alla libertà di fede sono diventate più efferate. È quanto emerge dal rapporto di Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) sulla persecuzione anticristiana «Perseguitati e dimenticati. Rapporto sui cristiani oppressi in ragione della loro fede tra il 2015 e il 2017», presentato oggi a Milano.

Sono almeno cinquanta le chiese, i monasteri e i cimiteri siro-ortodossi sparsi intorno a Mardin, nella regione turca sud-orientale di Tur Abdin, che negli ultimi tempi sono stati di fatto espropriati dal governo turco, passando sotto il controllo diretto del Sottosegretariato al Tesoro che li ha affidati alla Presidenza degli Affari religiosi (Diyanet, organismo legato direttamente al Primo Ministro, ndr).