Turchia

Ultimi contenuti per il percorso 'Turchia'

37.000 persone ogni giorno sono costrette a fuggire dalle proprie case. L'80% delle persone in fuga vive  in Paesi confinanti, quindi a medio o basso reddito. E' la Turchia ad accogliere il numero più elevato di rifugiati (3,7 milioni), seguita da Pakistan e Uganda.  Il 60% di tutti i rifugiati provengono da soli 5 Paesi: Siria, Afghanistan, Sud Sudan, Myanmar e Somalia.

Missione vaticana nell'isola di Lesbo a tre anni dalla visita di Papa Francesco. Della delegazione - guidata dal cardinale Konrad Krajewski - fa parte anche mons. Jean-Claude Hollerich, presidente Comece. «Non parliamo mai più di Europa cristiana se non siamo pronti ad accogliere i poveri e i migranti»

(Bruxelles) «La Turchia si sta allontanando ulteriormente dall'Ue e i negoziati di adesione sono giunti a un punto morto». È quanto si legge nel comunicato stampa diffuso oggi al termine della 54ª riunione del «Consiglio di associazione Ue-Turchia», presieduta dall'Alto rappresentante dell'Ue, Federica Mogherini, a Bruxelles con Mevlüt Çavusoglu, ministro degli affari esteri e capo negoziatore della Turchia.

In una lettera aperta inviata oggi ai leader europei da Oxfam e 23 Ong la denuncia della situazione insostenibile sulle isole greche a seguito dell'accordo per la gestione dei flussi migratori e il rimpatrio degli irregolari siglato tre anni fa da Unione europea e Turchia.

Sono oltre 286 milioni i dollari allocati nel 2017 dalla rete ecclesiale, composta da Ong cattoliche, diocesi, congregazioni religiose, istituzioni ecclesiali, per fare fronte alla crisi umanitaria in Siria e Iraq. È quanto emerge da una indagine presentata nella riunione sulla «Crisi umanitaria in Siria e Iraq» organizzata dal Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, che si è aperta oggi (fino a domani) presso l'Università Urbaniana, a Roma.

È durato circa cinquanta minuti il colloquio privato tra Papa Francesco e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. A riferirlo, in un briefing in sala stampa vaticana, è stato il «pool» di giornalisti ammessi alla visita. Al centro dei colloqui la situazione del Paese, l, l'accoglienza dei profughi e lo status di Gerusalemme.