Ucraina

Ultimi contenuti per il percorso 'Ucraina'

Al termine dell'udienza generale in piazza San Pietro, oggi il Papa ha lanciato un appello: «Con l'animo preoccupato seguo quanto in questi giorni sta accadendo a Kyiv. Assicuro la mia vicinanza al popolo ucraino e prego per le vittime delle violenze, per i loro familiari e per i feriti. Invito tutte le parti a cessare ogni azione violenta e a cercare la concordia e la pace del Paese».

Un appello perché sia fermato lo spargimento di sangue in Ucraina e la richiesta a tutte le Chiese del paese di suonare le campane in questo momento in cui in Ucraina c'è pericolo di un vero e proprio «fratricidio». A lanciarlo è Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, capo della Chiesa greco-cattolica ucraina, da sempre impegnato con i suoi sacerdoti e le chiese, a fianco dei manifestanti di Maidan per un'Ucraina democratica ed europea.

Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, arcivescovo maggiore di Kyiv-Halyè, con il consenso del Sinodo della Chiesa greco-cattolica ucraina e dopo aver consultato la Sede apostolica, ha eretto, a norma del canone 85 § 3 del Cceo, l'Esarcato arcivescovile di Krym degli Ucraini (Ucraina), con territorio dismembrato dall'attuale Esarcato arcivescovile di Odessa-Krym, e ha trasferito S.E. Mons. Vasyl Ivasyuk dall'ufficio di Esarca arcivescovile di Odessa-Krym alla sede eparchiale di Kolomyia-Chernivtsi degli Ucraini.

È da poco terminata la celebrazione di una Santa Messa in piazza Maidan a Kiev tra i manifestanti al termine della quale è stato letto un appello di supporto e solidarietà con quanti si trovano in piazza a manifestare. A celebrare la Messa sono stati i vescovi della Chiesa ucraina greco-cattolica riuniti in questi giorni nel Sinodo permanente.