Ucraina

Ultimi contenuti per il percorso 'Ucraina'

L'atleta ucraina Hanna Kasjanova ha visitato oggi, dopo sua richiesta, l'Istituto degli Innocenti di Firenze dove ha incontrato due delle mamme ucraine ospitate insieme ai loro bambini, in via straordinaria e temporanea dall'Istituto, dopo la loro fuga dalla guerra. L'atleta è stata ricevuta dalla presidente dell'Istituto degli Innocenti, Maria Grazia Giuffrida.

Si aperto poco fa con la messa nella basilica di San Salvatore in Lauro a Roma, presieduta dal presidente della Cei il card. Gualtiero Bassetti, il Sinodo delle Misericordie d’Italia, a cui parteciperanno 100mila volontari e 770mila soci. Di fronte "al dramma di una guerra ingiusta e crudele - ha sottolineato Bassetti - le Misericordie si sentano spinte a fare ancora di più per queste vittime innocenti dell’Ucraina"

Tra le testimonianze d’eccezione, il collegamento in diretta con la Senatrice a vita e lo speciale video messaggio dell’attrice di origine ucraina Anna Safronick. La marcia per la pace partirà sabato 19 marzo dalle ore 9 dal parcheggio dell’Ipercoop per concludersi a Rondine con le testimonianze dei giovani provenienti da luoghi di guerra a dialogo con i giovani delle scuole della Provincia e di tutta Italia

“L’Italia celebra la Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera, commemorando il 161° anniversario del raggiungimento dell’unità del Paese. Una storia lunga e travagliata, che ha portato a realizzare gli ideali di indipendenza, libertà, democrazia propri al Risorgimento e alla lotta di Liberazione e realizzati pienamente con la nascita della Repubblica e l’approvazione della Carta Costituzionale”. Lo ha dichiarato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 161° anniversario dell’Unità d’Italia e della “Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera”.

“Siamo qui per implorare da Dio il dono della pace in Ucraina e per chiedergli di aiutare ogni uomo e donna di buona volontà ad essere artigiano di pace”. Così il cardinale segretario di Stato vaticano, Pietro Parolin, ha cominciato l’omelia della messa celebrata nella basilica di San Pietro per la pace in Ucraina, alla presenza del Corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, compreso l’ambasciatore russo e quello ucraino.