Unione Europea

Ultimi contenuti per il percorso 'Unione Europea'

Nella lettera di risposta inviata oggi dal ministro dell'Economia e delle Finanze alla Commissione europea che aveva chiesto chiarimenti sulla manovra del governo, Tria si dice consapevole di essere usciti dalle norme applicative del patto di stabilità, ma che questo non costituisce un rischio per l'Europa e che tale decisione si è resa necessaria nel tentativo di recuperare i livelli di Pil pre-crisi e alleviare le condizioni dei più svantaggiati.

Rilanciare la crescita e abbassare il debito: è il doppio suggerimento che arriva dal commissario Ue agli affari economici, Pierre Moscovici, in chiusura della sua visita in Italia. Nel corso di una conferenza stampa, il commissario ha ripreso la questione della lettera di chiarimenti inviata dalla Commissione al governo italiano in merito alla manovra economica, alla quale l’esecutivo di Roma deve fornire risposte entro lunedì.

Una richiesta di chiarimenti sul piano di Bilancio 2019 notificato dall'Italia alla Commissione europea. A formularla sono il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, e il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, in una lettera inviata oggi al ministro dell'Economia Giovanni Tria. Chiarimenti che devono pervenire all'esecutivo Ue entro le 12 di lunedì 22 ottobre. 

(Bruxelles) Meno della metà degli italiani ritiene che far parte dell'Unione europea abbia portato beneficio al Paese. Il dato emerge dall'ultimo Eurobarometro, diffuso questa mattina, secondo il quale il 68% degli europei ritiene che il proprio Paese ha tratto beneficio dall'appartenenza all'Ue. Inoltre, il 62% degli intervistati considera positivamente l'adesione del proprio Paese all'Unione.

Il presidente della Corte dei Conti, Angelo Buscema, nel corso dell'audizione sulla Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza 2018 nelle Commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato ha messo in guardia da provvedimenti che mettano a «rischio la sostenibilità finanziaria del sistema. 

(Bruxelles) L'incontro di oggi tra istituzioni Ue e comunità religiose presenti in Europa si è incentrato sulle principali sfide politiche che l'Europa affronterà nel prossimo anno, nonché sulle prospettive per il futuro, oltre le elezioni del Parlamento europeo.

L'uscita del presidente della Commissione bilancio della Camera, il leghista Claudio Borghi, costringe il premier Conte a ribadire che «l'euro è la nostra moneta ed è per noi irrinunciabile». Il presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani rincara: «uscire dall'Eurozona una sciocchezza sesquipedale». Fra battute e volti scuri, cresce l'attesa per le decisioni del governo sulla manovra finanziaria e lo sforamento del deficit