Unione Europea

Ultimi contenuti per il percorso 'Unione Europea'

Le amministrative salveranno le europee? Sembrerebbe proprio di sì. Non c’è dubbio, infatti, che nei 204 Comuni della nostre regione dove si rinnovano sindaci e consigli comunali, l’affluenza al voto in questa domenica 25 maggio sarà di gran lunga superiore a quella dove si va alle urne per il solo Parlamento dell’Unione. Eppure votare per l’Europa si deve e indietro non si torna, Euro compreso (senza il quale chissà dove saremmo finiti).

(Sir Europa - Bruxelles) - «Dateci indietro le nostre ragazze»: i cinque candidati alla presidenza della Commissione europea si trovano uniti nel sostenere la liberazione delle 300 ragazze nigeriane rapite da Boko Haram. Si chiude con questo appello comune il dibattito televisivo, andato in onda ieri sera dall'emiciclo dell'Europarlamento di Bruxelles, prodotto da Eurovisione e seguito in 30 Paesi attraverso 50 tv, 39 stazioni radio e decine di siti internet.

(Sir Europa - Bruxelles) - La Giornata dell'Europa «non deve essere una celebrazione sterile di risultati ottenuti in passato. Deve essere invece un momento di riflessione e di mobilitazione , un'occasione per riscoprire lo spirito di solidarietà e la visione che è al centro del progetto europeo». Martin Schulz, presidente del Parlamento Ue, nel suo messaggio per il 9 maggio, festa d'Europa (si ricorda la Dichiarazione Schuman del 1950 che diede inizio al processo di integrazione comunitaria), afferma che «negli ultimi anni la parola ‘crisi' è stata sempre più spesso associata al termine ‘Europa'.

«Dobbiamo essere consapevoli che le decisioni prese a Bruxelles sono di fondamentale importanza anche per noi, per la nostra vita quotidiana. Siamo convinti europeisti, e proprio per questo desideriamo cambiare l'Europa affinché l'Europa faccia gli interessi dei popoli europei». Francesco Belletti, presidente del Forum delle associazioni familiari, presenta il Manifesto per la famiglia che viene sottoposto all'adesione dei candidati alle elezioni per il Parlamento europeo.

Fin dalla sua nascita alla gente comune l’euro non è mai apparso molto simpatico. Prima di tutto perché, per fare un esempio di casa nostra, il suo valore rispetto alla lira lo faceva apparire come un essere molto presuntuoso e quasi offensivo per una anziana anche se malandata moneta nazionale. Anche se gli economisti dicevano che quel cambio era del tutto giustificato, era come se un tizio provenendo da Bruxelles si presentasse a Chiasso e la prima cosa che dicesse fosse: sia chiaro io valgo 1936 di voi.

(Sir Europa - Bruxelles) - I rapporti Ue-Ucraina ripartono in mattinata dalla firma della parte politica dell'Accordo di associazione con il governo di Kiev, perché «l'Europa sostiene l'Ucraina e la sua sovranità» e «il desiderio di libertà del popolo». Herman Van Rompuy, nel tracciare il bilancio della prima giornata dei lavori del Consiglio Ue, ha valutato quanto accaduto nelle ultime due settimane, dopo il summit straordinario convocato d'urgenza il 6 marzo.