Unione Europea

Ultimi contenuti per il percorso 'Unione Europea'

(Sir Europa - Bruxelles) - La presidenza di turno italiana dell’Unione europea sta preparando una settimana intensa di appuntamenti. Nell’agenda figurano dal 21 al 25 luglio numerosi eventi fra cui le audizioni dei ministri del governo Renzi al Parlamento europeo, la riunione informale dei ministri dell’industria, ricerca e competitività a Milano, il Consiglio affari generali ed esteri a Bruxelles.

(Sir Europa - Bruxelles) - «Serve un accordo su un pacchetto globale», sui «top jobs», i più elevati incarichi europei: presidente del Consiglio europeo, Alto rappresentante per la politica estera, presidente dell'Eurogruppo. «Se non c'è accordo su tutto non c'è accordo su niente». «Non ci siamo focalizzati su un nome come se da questo dovesse dipendere tutto l'accordo».

(Sir Europa - Strasburgo) - «La moneta unica non divide ma protegge l'Europa, la sua economia, i suoi cittadini». È il passaggio che suscita maggiori consensi e proteste più rumorose del discorso di Jean-Claude Juncker, candidato alla presidenza della Commissione Ue, intervenuto nell'emiciclo di Strasburgo prima del voto degli eurodeputati, che si aprirà verso le 12.

La Toscana sarà fra le prime regioni ad inviare a Bruxelles la bozza del nuovo Programma di Sviluppo Rurale 2014- 2020. Oggi, dopo un lavoro di oltre un anno che ha visto il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati, la bozza è stata presentata nella riunione di "partenariato" che si è tenuta all'Auditorium del Consiglio regionale.

Se si mettono insieme i disoccupati ufficiali, coloro che hanno smesso di cercare lavoro, coloro che, pur volendo lavorare a tempo pieno, sono costretti a lavorare a tempo parziale, i disoccupati nell’Unione Europea sono ormai 44 milioni, una nazione grande come la Spagna. In Italia questi disoccupati e sottoccupati reali sono forse, secondo l’agenzia Bloomberg, quasi il doppio dei tre milioni e duecentomila riconosciuti ufficialmente.

Si tratta, ha detto nell'assumere la presidenza di turno, di «meritare l'eredità dei padri». Il presidente italiano non bada al protocollo, annulla la consueta conferenza stampa e polemizza duramente con il capogruppo del Ppe, il tedesco Weber, che lo aveva ammonito: «Con i debiti non si crea il futuro». Una scommessa motivata sulla crescita e sul capitale umano. La rivendicazione dei valori europei.