Unione Europea

Ultimi contenuti per il percorso 'Unione Europea'

(Sir Europa - Strasburgo) - «Vorremmo inviare un messaggio forte ai cittadini europei: con il voto potete far sentire la vostra voce e contribuire a determinare il futuro dell'Europa»: Anni Podimata, eurodeputata greca, vice presidente dell'Eurocamera, spiega il senso della campagna istituzionale avviata oggi per invitare i cittadini dei 28 Stati comunitari a recarsi alle urne il 22-25 maggio 2014 per rinnovare la composizione dell'emiciclo.

«Bruxelles deve smetterla con la scarsa attenzione a difendere i cristiani. L'Unione Europea, che nasce sulla Carta dei diritti fondamentali, spesso è stata ed è timida nel difendere la libertà e la professione di tutte le religioni e certamente quella cristiana, professata dalla grande maggioranza degli europei». Lo ha detto l'ex ministro degli Esteri, Franco Frattini, nel corso di una conferenza stampa al Meeting di Rimini.

La ricerca di una “soluzione politica” per l’Egitto, la “revisione dei rapporti” tra Europa comunitaria e Il Cairo, la possibilità di un congelamento degli aiuti finanziari provenienti dall’Ue, l’attenzione al ripristino dello Stato di diritto e alle prioritarie necessità della popolazione, lo sguardo sul complesso quadro regionale. Sono i temi al centro del Consiglio straordinario dei ministri degli esteri dell’Unione europea, convocato per oggi a Bruxelles dall’Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza, Catherine Ashton.

Verso il rush finale per la raccolta di firme a sostegno dell'iniziativa dei cittadini europei (Ice) Uno di noi per la difesa della vita. Ogni Ice necessita di un milione di firme provenienti da almeno sette Paesi per poter proporre alla Commissione una iniziativa legislativa.

«Čestitam Hrvatska! Congratulations Croatia!». Herman Van Rompuy, presidente del Consiglio europeo, lancia da Zagabria un messaggio di benvenuto ai cittadini e alle autorità del 28° Paese membro dell'Ue. Van Rompuy si trova nella capitale croata, assieme alle altre autorità comunitarie e a diversi leader degli altri Stati dell'Unione, per festeggiare l'ingresso della nazione balcanica nella «casa comune».

La Toscana è una delle regioni italiane in grado di intercettare i fondi europei in maniera più efficace, la nostra regione ha sperimentato talvolta alcuni tipi di interventi innovativi che l’hanno resa una vera apripista anche per altre regioni in Italia e in Europa». Il giudizio di Marco Buti, 56 anni, cittadino di Molin del Piano (alle porte di Firenze), non è frutto di un senso di appartenenza, non è dettato dallo spirito di campanile, ma da una competenza precisa: Buti, intervistato in esclusiva da «Radio Toscana» (audio ) è infatti il direttore generale degli affari economici e finanziari della Commissione europea, dal 2008.