Unione Europea

Ultimi contenuti per il percorso 'Unione Europea'

C'è molto di paradossale nella quasi guerra civile che in poche settimane ha minacciato l’Ucraina. Tutti sono d’accordo che l’Unione Europea ha fatto il miracolo di dare ad una parte del mondo settanta anni di pace. Eppure in Ucraina è sembrato che per entrare in questa oasi di pace si fosse pronti anche a fare una guerra. C’è di più.

La fiducia nelle istituzioni politiche è in continuo calo ma, a sorpresa, quelle europee riscuotono maggiore credibilità di quelle locali e nazionali. Al contempo «in Europa si comincia a diffondere un cauto ottimismo con il 51% degli europei che dice di aver fiducia nel futuro», mentre «in Italia gli ottimisti sono di meno, attorno al 40%». Le indicazioni giungono dall'ultimo sondaggio di Eurobarometro, condotto a livello europeo sulle opinioni dei cittadini comunitari e presentato a Roma.

È una corsa contro il tempo fra Bruxelles e Strasburgo in vista delle elezioni per l'Europarlamento. Il voto dei cittadini per eleggere la nuova Assemblea Ue segna la fine della legislatura e dunque pone termine a una serie di iter legislativi di prima importanza (uno per tutti, l'Unione bancaria) che coinvolgono anche Consiglio e Commissione europea.

Nuovi finanziamenti per consentire ai ricercatori di «consolidare le proprie squadre» e di «sviluppare ulteriormente le idee migliori». È quanto si propone il Consiglio europeo della ricerca che ha selezionato 312 scienziati «di punta» con il primo concorso per borse di studio di consolidamento (Consolidator Grant). In pratica si tratta di un fondo da 575 milioni di euro che è stato assegnato a scienziati esperti, con almeno 7 e massimo 12 anni di attività oltre il dottorato, che hanno presentato progetti innovativi e forieri di ricadute concrete.

(Sir Europa - Strasburgo) - «Vorremmo inviare un messaggio forte ai cittadini europei: con il voto potete far sentire la vostra voce e contribuire a determinare il futuro dell'Europa»: Anni Podimata, eurodeputata greca, vice presidente dell'Eurocamera, spiega il senso della campagna istituzionale avviata oggi per invitare i cittadini dei 28 Stati comunitari a recarsi alle urne il 22-25 maggio 2014 per rinnovare la composizione dell'emiciclo.

«Bruxelles deve smetterla con la scarsa attenzione a difendere i cristiani. L'Unione Europea, che nasce sulla Carta dei diritti fondamentali, spesso è stata ed è timida nel difendere la libertà e la professione di tutte le religioni e certamente quella cristiana, professata dalla grande maggioranza degli europei». Lo ha detto l'ex ministro degli Esteri, Franco Frattini, nel corso di una conferenza stampa al Meeting di Rimini.