Unicef

Ultimi contenuti per il percorso 'Unicef'

“L’Unicef è estremamente allarmato dalla notizia dell’uccisione di oltre 200 persone, tra cui più di 100 bambini, in attacchi contro famiglie sfollate che si sono rifugiate in una struttura sanitaria e in una scuola nella regione degli Afar (nell’Etiopia settentrionale) giovedì 5 agosto. È riportato che siano state distrutte anche forniture alimentari essenziali in un’area che sta già registrando livelli di emergenza di malnutrizione e insicurezza alimentare”. A denunciare la situazione è il direttore generale dell’Unicef, Henrietta Fore.

L’Unicef ha firmato un accordo a lungo termine con Janssen Pharmaceutica NV per la fornitura del vaccino contro il Covid-19 per conto della Covax Facility. Attraverso l’accordo di fornitura, l’Unicef, insieme ai partner per l’approvvigionamento, avrà accesso a un numero massimo di 200 milioni di dosi del vaccino a dose unica nel 2021 per 92 paesi supportati dall’Advance Market Commitment e anche da alcuni Paesi che si autofinanziano. 

Oggi, in occasione delle celebrazioni dei 30 anni dalla ratifica da parte dell’Italia della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, si svolge la premiazione di 26 scuole di tutta Italia, vincitrici del concorso Unicef e Ministero dell’Istruzione “#Convenzione30: a te la parola”, lanciato in occasione dell’anno scolastico 2019-2020. 

“La pandemia da Covid-19 rischia di aumentare i tassi di povertà e le disuguaglianze specie tra i minorenni, incidendo inevitabilmente sulle fasce più deboli della popolazione. L’Italia resta tuttavia uno dei Paesi in prima linea nel contrasto alla povertà e all’esclusione sociale. Attraverso il programma europeo Child Guarantee, Unicef e Commissione europea supporteranno il Governo italiano in questa battaglia”: lo dichiara Andrea Iacomini, portavoce dell’Unicef Italia. 

Secondo un’indagine dell’Unicef  i servizi di prevenzione e risposta alla violenza sono stati seriamente interrotti durante la pandemia da Covid-19, lasciando i bambini a maggior rischio di violenza, sfruttamento e abusi. 104 Paesi su 136 hanno segnalato un’interruzione dei servizi legati alle violenze contro i bambini. I due terzi dei Paesi hanno riferito che almeno un servizio è stato gravemente colpito, tra cui Sudafrica, Malesia, Nigeria e Pakistan. 

L’Unicef ha stimato che il primo giorno dell’anno sono nati in tutto il mondo 392.078 bambini.  Questo numero include circa 1.210 bambini nati in Italia. A livello globale, si stima che oltre la metà di queste nascite è avvenuta in otto Paesi: India con 67.385 nuovi nati, Cina con 46.299, Nigeria con 26.039, Pakistan con 16.787, Indonesia con 13.020, Stati Uniti con 10.452, Repubblica Democratica del Congo con 10.247 ed Etiopia con 8.493.