Pace

Ultimi contenuti per il percorso 'Pace'

“L’appello di pace è importante soprattutto perchè a lanciarlo è il Patriarca Kirill. È un segno, il segno di un inizio”. Raggiunto telefonicamente dal Sir, mons. Paolo Pezzi, arcivescovo di Mosca e presidente dei vescovi cattolici russi, commenta così l’appello che questa mattina il Patriarca di Mosca Kirill ha lanciato per una tregua natalizia. 

“La pace è uno dei nomi possibili delle relazioni tra le persone, tra i gruppi, tra i popoli. Un nome possibile della fraternità universale che li lega. Ma le relazioni fraterne sono delicate e complesse, quasi sempre drammatiche, come mostrano la cronaca, l’esperienza quotidiana e la storia biblica, da Caino e Abele alle diverse coppie di fratelli che Gesù sceglie a protagonisti delle sue parabole. Pace è anche sinonimo di dramma; certamente di scelta, di responsabilità, di impegno”. Lo scrive Paola Bignardi, presidente della Fondazione Don Primo Mazzolari, nell’editoriale del nuovo numero della rivista “Impegno”, edita dalla fondazione che ha sede a Bozzolo, dove il sacerdote (1890-1959) fu parroco per oltre trent’anni. 

"La guerra in Ucraina miete vittime innocenti e diffonde incertezza, non solo per chi ne viene direttamente colpito, ma in modo diffuso e indiscriminato per tutti". Lo scrive Papa Francesco, nel suo messaggio per la Giornata mondiale della pace, che ricorre il 1° gennaio, in cui incoraggia “popoli e nazioni a rimettere al centro la parola ‘insieme’”.

In un momento di grandi conflittualità, con una escalation terribile nel cuore dell’Europa, la Chiesa in Italia vivrà un momento di preghiera per la pace sulla tomba di San Nicola, santo venerato sia dai Cattolici sia dagli Ortodossi (e molto a cuore al popolo ucraino e a quello russo).

Cei - Pace