Pace

Ultimi contenuti per il percorso 'Pace'

«Visitare un piccolo gregge di cattolici, con radici storiche profonde, che vivono tra religioni diverse, per dare loro sostegno e incoraggiamento». È questo, ha detto il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, lo scopo principale del 32° viaggio apostolico del Papa, che si recherà in Thailandia e Giappone dal 19 al 26 novembre.

Da oggi, lunedì 11, a mercoledì 13 novembre la Chiesa caldea chiama i suoi fedeli a digiunare e pregare «per chiedere a Dio il dono della pace e del ritorno alla stabilità in Iraq». Lo ha chiesto il card. Louis Raphael Sako, patriarca di Babilonia dei caldei, invitando a ricorrere alle armi spirituali del digiuno e della preghiera per chiedere la fine del caos e delle violenze che stanno insanguinando il Paese.

Dichiarazione dei vescovi dell'Unione europea (Comece) in occasione del 30° anniversario della caduta del muro di Berlino. «Invitiamo tutti gli europei a lavorare insieme per un'Europa libera e unita, tramite un rinnovato processo di dialogo che trascenda mentalità e culture, rispettando le nostre diverse esperienze storiche e condividendo le nostre speranze e aspettative per un futuro comune di pace».

Proseguendo nella catechesi sugli Atti degli Apostoli, Papa Francesco, nell'udienza generale in piazza San Pietro, si è soffermato sull'azione dello Spirito Santo. Al termine dell'udienza un pensiero ai defunti e un appello perché le autorità politiche irachene «si mettano in ascolto del grido del popolo e si persegua la via del dialogo e della riconciliazione».