Pace

Ultimi contenuti per il percorso 'Pace'

Nel Messaggio del Papa per il 1° gennaio (testo integrale) l’invito a cambiare modi di pensare e di vivere. Il rispetto della vita umana, anche di fronte all’aborto e all’eutanasia è di fatto una educazione alla pace. Il Papa insiste anche sulla salvaguardia della famiglia e sul diritto al lavoro che deve sempre prevalere sulla logica del mercato e del profitto.

«La pace non è un sogno, non è un’utopia: è possibile. L’uomo è fatto per la pace che è dono di Dio». Ma «per diventare autentici operatori di pace sono fondamentali l’attenzione alla dimensione trascendente e il colloquio costante con Dio. Così l’uomo può vincere quel germe di oscuramento e di negazione della pace che è il peccato in tutte le sue forme: egoismo e violenza, avidità e volontà di potenza e di dominio, intolleranza, odio e strutture ingiuste». Lo scrive Benedetto XVI nel messaggio per la Giornata mondiale della pace (1° gennaio 2013) intitolato “Beati gli operatori di pace” e presentato questa mattina in Vaticano (testo integrale).

Il presidente del comitato che assegna il Nobel per la pace, Thornbjorn Jagland, ha ricordato come l’Ue abbia alle spalle un lungo processo storico, che prende avvio nella riconciliazione tra Germania e Francia all’indomani dell’ultimo conflitto mondiale. Presenti alla cerimonia anche la Merkel e Hollande.