Parlamento europeo

Ultimi contenuti per il percorso 'Parlamento europeo'

(Sir Europa - Strasburgo) - «Relazione annuale sui diritti umani e la democrazia nel mondo»: è il titolo di un ampio testo, con decine di pagine, sul quale è chiamato oggi a votare l'Europarlamento riunito in sessione plenaria a Strasburgo. La relazione, stesa dall'eurodeputato italiano Pier Antonio Panzeri, si occupa di innumerevoli diritti violati nel mondo, con specifici riferimenti alla libertà (di espressione, di culto…), all'integrità fisica, alle minoranze, alla tutela delle donne.

(Sir Europa - Strasburgo) - «Occorre cambiare le politiche per raggiungere l'uguaglianza di genere tra donne e uomini»: è il messaggio che arriva dall'Europarlamento, che ha approvato una risoluzione che indica, tra i campi in cui esistono maggiori squilibri tra i sessi, lo scarto salariale, le possibilità di carriera, l'indipendenza economica, un equilibrio tra vita professionale e familiare, il congedo parentale.

La «maternità surrogata è diventata un settore in piena espansione in tutto il mondo, sia nei Paesi sviluppati sia in quelli meno sviluppati, e rappresenta una grave violazione della dignità umana e dei diritti fondamentali di base della donna e del bambino»: la denuncia arriva dalla Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece) che su questo tema ha preparato un documento «per valutare le questioni etiche implicate nella maternità surrogata e le sue complicate ripercussioni legali», oltre che «per sollecitare norme internazionali o europee che la regolamentino».

Istituita una Federazione europea dei movimenti per la vita. Gli aderenti sono 29 e il nome scelto è «Uno di Noi per la vita e la dignità dell'uomo». Si punta a consegnare una petizione (possibilmente entro dicembre 2015) che abbia la più grande visibilità, sottoscritta da figure tra le più autorevoli del mondo medico, dei giuristi e dei politici europei, senza trascurare le firme popolari.

(Sir Europa - Strasburgo) - Risolvere al più presto la situazione dei marò italiani nel rispetto dello stato di diritto. Lo chiederà oggi il Parlamento europeo, riunito in plenaria a Strasburgo, in base a una risoluzione comune che dovrebbe raccogliere i voti dei gruppi Popolare, Socialista e democratico, Verde, Liberaldemocratico e degli euroscettici italiani dell'Efdd.

(Sir Europa - Strasburgo) - «Il terrorismo attacca e minaccia il nostro diritto a vivere insieme e in sicurezza. Per questo non possiamo scendere a compromessi sui valori europei, sulla libertà di pensiero e di espressione. Dobbiamo reagire tutti insieme e non farci contaminare dall'odio seminato dai terroristi». Martin Schulz, presidente dell'Europarlamento, ha aperto la plenaria di Strasburgo (12-15 gennaio), commemorando le vittime degli attentati francesi e facendo rispettare un minuto di silenzio all'emiciclo.