Parlamento europeo

Ultimi contenuti per il percorso 'Parlamento europeo'

Se si mettono insieme i disoccupati ufficiali, coloro che hanno smesso di cercare lavoro, coloro che, pur volendo lavorare a tempo pieno, sono costretti a lavorare a tempo parziale, i disoccupati nell’Unione Europea sono ormai 44 milioni, una nazione grande come la Spagna. In Italia questi disoccupati e sottoccupati reali sono forse, secondo l’agenzia Bloomberg, quasi il doppio dei tre milioni e duecentomila riconosciuti ufficialmente.

Si tratta, ha detto nell'assumere la presidenza di turno, di «meritare l'eredità dei padri». Il presidente italiano non bada al protocollo, annulla la consueta conferenza stampa e polemizza duramente con il capogruppo del Ppe, il tedesco Weber, che lo aveva ammonito: «Con i debiti non si crea il futuro». Una scommessa motivata sulla crescita e sul capitale umano. La rivendicazione dei valori europei.

(Sir Europa - Bruxelles) -  «Spero di essere degno della vostra fiducia». Martin Schulz è confermato alla carica di presidente del Parlamento europeo al primo scrutinio. Su 751 eurodeputati hanno votato in 723; 111 le schede bianche o nulle. Su 612 voti validi la maggioranza era di 307; Schulz ha ricevuto 409 preferenze (pari alla somma di Popolari e Socialisti e democratici, ma lontano dalla possibile maggioranza con i Liberali che gli avrebbe assicurato circa 480 voti). È la prima volta nella storia dell'Assemblea che un presidente viene rieletto.

Una «bacchettata» alla Commissione europea per aver «mortificato la volontà popolare»: così si afferma in un testo della Cosac, sigla che sta per «Conferenza delle Commissioni specializzate per gli Affari europei» dei 28 Parlamenti dei Paesi Ue, riunita nei giorni scorsi ad Atene insieme alla delegazione del Parlamento europeo, guidata da Carlo Casini.

(Sir Europa - Bruxelles) - È in costante evoluzione il conteggio degli eurodeputati assegnati a ciascun gruppo politico all'interno dell'emiciclo di Strasburgo. Man mano che il Parlamento europeo riceve i dati nazionali definitivi delle elezioni del 22-25 maggio, viene aggiornato il «camembert», ovvero la rappresentazione grafica dell'aula che prende la forma del noto formaggio francese.