Pastorale

Ultimi contenuti per il percorso 'Pastorale'

Don Michele Falabretti, responsabile del servizio nazionale per la Pastorale giovanile della Conferenza episcopale italiana, aprendo il 16° convegno nazionale di Pastorale giovanile sul tema «Darà casa al futuro. Le parole coraggiose del Sinodo dei Giovani», ha sottolineato come dagli orientamenti pastorali per questo decennio, dedicati all'educazione, siano cambiate tante cose.

«Affrontare la cultura dello scarto, favorendo in tutti gli ambienti una maggiore inclusione» per «assicurare migliore qualità di vita alla persona sorda e il superamento di questa disabilità valorizzando tutte le dimensioni, compresa quella spirituale, in una visione integrale dell’uomo». Lo ha detto il Papa ai membri della Federazione italiana associazioni sordi (Fias) ricevuti oggi in udienza. 

lcune proposte, alla luce della Dottrina sociale della Chiesa, per costruire una nuova economia: sarà questo il tema della giornata organizzata dalla Commissione regionale per la pastorale sociale e il lavoro della Conferenza episcopale toscana. Sabato 4 maggio, dalle 9,30 alle 18 alla casa Mater Ecclesiae di Massa Marittima, ci sarà un confronto che coinvolgerà vari esperti e operatori.

È un documento di 183 pagine, articolate in nove capitoli, l'esortazione postsinodale di Papa Francesco che – come ha dichiarato il segretario generale del Sinodo, il card. Lorenzo Baldisseri, sarà la «magna charta» della pastorale giovanile e vocazionale. Eccone un'ampia sintesi e testo integrale .

Manca ormai poco all'incontro dei giovani italiani con Papa Francesco a Roma, l'11 e il 12 agosto, dal titolo «Siamo qui». Nella Capitale sono attesi, dopo una settimana di cammino sulle vie dei pellegrini delle loro terre d'origine, almeno 50mila giovani da quasi 200 diocesi. Con don Michele Falabretti, responsabile del Servizio nazionale per la pastorale giovanile (Snpg), abbiamo parlato del significato dell'incontro e degli scopi che si prefigge. I percorsi dei giovani toscani verso Roma

Il testo integrale della «Lettera d’Avvento» dei Vescovi Toscani che è rivolta ai giovani in vista del prossimo Sinodo dei vescovi. Dai pastori delle diocesi della Toscana una riflessione  sul mondo giovanile, patrimonio prezioso e fragile.  Abbiamo  la responsabilità di prendere sul serio i loro sogni, di favorire la loro voglia di partecipare alla storia, di dare loro cittadinanza nelle nostre città  e nella comunità ecclesiale.

Sono stati più di 700 mila i pazienti psichiatrici assistiti nel 2015 dai servizi specialistici del nostro Paese, oltre la metà donne. Il 66,1% del totale ha più di 45 anni. Sono 160 le Rsa di matrice cattolica che si occupano di persone affette da disturbi mentali. Il punto, la riflessione e l’auspicio di don Massimo Angelelli, direttore dell’Ufficio nazionale Cei per la pastorale della salute.

Coinvolgere il mondo giovanile, cercare di comprenderne le difficoltà, le attese, il rapporto con la fede: è la richiesta di Papa Francesco. Tante le iniziative per rispondere a questo invito: a Pisa i ragazzi sono andati a intervistare i loro coetanei, a Firenze  e San Miniato si sono svolte vere e proprie «missioni».