Don Lorenzo Milani

Ultimi contenuti per il percorso 'Don Lorenzo Milani'

Tv2000, in collaborazione con il Centro Televisivo Vaticano, segue in diretta il pellegrinaggio di Papa Francesco a Bozzolo, in provincia di Mantova, e a Barbiana, in provincia di Firenze, per pregare sulle tombe di don Primo Mazzolari e don Lorenzo Milani nel 50° anniversario della sua morte.

Il prossimo 26 giugno cadrà il cinquantesimo anniversario della morte di don Lorenzo Milani. Per l’occasione, papa Francesco si recherà pellegrino sulla sua tomba, a Barbiana, martedì 20, anticipando di poco la ricorrenza. C’è però un’altra data, in questo mese che apre l’estate, particolarmente consacrata alla figura del sacerdote fiorentino, tanto da essere da lui stesso inserita fra le tappe fondamentali della sua vita cristiana, al secondo posto dopo il battesimo. È appena trascorsa: è il 4 giugno.

Le prime misure relative alla sicurezza e alla viabilità della zona di Barbiana sono state definite dal comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, che si è riunito stasera a Palazzo Medici Riccardi,  alla presenza del cardinale Giuseppe Betori, del comandante della Gendarmeria Vaticana, Domenico Giani, delle autorità di pubblica sicurezza presso la Santa Sede, il prefetto Gianfelice Bellesini e la dirigente Maria Rosaria Maiorino.

La parola che rende liberi e uguali. La parola che salva. Questo il filo conduttore di tutti gli eventi della Festa del Teatro 2017, organizzata dall’Istituto del Dramma popolare, che avrà il suo momento centrale con la messa in scena del Vangelo secondo Lorenzo, spettacolo che nasce in occasione del cinquantesimo anniversario della morte di don Lorenzo Milani.

Sabato 27 Maggio è il giorno della XVI Marcia di Barbiana. Un’edizione importante, in occasione dei 50 anni dalla scomparsa di Don Milani e dalla realizzazione di «Lettera a una professoressa», per la quale sono attesi oltre un migliaio di partecipanti.

«Papa Francesco ha una grande considerazione per la memoria di don Lorenzo Milani, per la sua figura, per quello che egli ha rappresentato e che ancora può rappresentare per la Chiesa di oggi». Lo afferma il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, in un’intervista realizzata da Radio Toscana e rilanciata dal Sir, in seguito all’annuncio della visita di Papa Francesco il prossimo 20 giugno a Barbiana.