Padre Pio da Pietrelcina

Ultimi contenuti per il percorso 'Padre Pio da Pietrelcina'

«Incontrare i poveri e gli abbandonati è un evento di grazia. Perciò andiamo dai poveri, per tornare ogni volta a scoprire che ogni povero è Gesù». Lo scrive Papa Francesco nel ringraziamento al ministro generale dell’Ordine dei frati minori cappuccini, padre Mauro Jöhri, per l’accoglienza ricevuta in occasione della visita ai luoghi di san Pio. 

«Chi vuole conoscere Gesù deve guardare dentro alla croce, al crocifisso, che non è un oggetto ornamentale o un accessorio di abbigliamento – a volte abusato! – ma è un segno religioso da contemplare e comprendere». Lo ha detto il Papa, durante l’Angelus di ieri, al quale secondo la Gendarmeria vaticana hanno partecipato 20mila persone.

Il Papa è arrivato a Pietrelcina – prima tappa del suo viaggio alle 8, dopo essere partito un’ora prima dall’eliporto vaticano. Nel suo primo discorso (testo integrale) nella la terra natia di Padre Pio, Papa Francesco ha ripercorrso la vita del Santo sottolineandone l’amore per i poveri, la preghiera incessante e l’ascolto paziente.

Mons. Felice Accrocca, arcivescovo di Benevento, illustra al Sir la prima tappa del viaggio del Papa, che il 17 marzo renderà omaggio a Padre Pio. Pietrelcina è il luogo delle radici: la cultura contadina dell'entroterra ha segnato in profondità il Santo del Gargano, «anche in una certa asprezza, nel carattere spiccio, tipico della nostra gente e di queste zone un po’ isolate».